Cittanovese, Gullo: "La nostra forza correre più degli altri"

 di Anna Laura Giannini  articolo letto 169 volte
Fonte: antonino raso
Cittanovese, Gullo: "La nostra forza correre più degli altri"

Il progetto Cittanovese, nello storico anno della Serie D, può contare sulla professionalità e l’esperienza del professor Antonino Gullo. Un contributo di spessore, apprezzato dall’allenatore Domenico Zito e dai calciatori. Il preparatore atletico, arrivato in estate nell’ambito della riorganizzazione dell’Area Tecnica, domenica prossima vivrà un momento particolare. Per la prima volta Gullo ritroverà la Palmese da avversario.

«Nel club neroverde ho fatto tutta la trafila da allenatore e poi da preparatore. Dai primi calci fino alla prima squadra. Due anni fa la storica sfida per i playout a Marsala, che ha rappresentato una pagina straordinaria di calcio e di passione. Domenica prossima, dopo quasi cinquant’anni di militanza nella Palmese, scenderò in campo da avversario».

Quali sono i ricordi più belli dell’esperienza palmese?
«Tantissimi ricordi belli. In particolare al “Lopresti” dove ho trascorso l’infanzia. Lì ho visto crescere tanti calciatori e il gruppo ultras che oggi segue la squadra ovunque».

Adesso lei è parte integrante del progetto giallorosso
«Certo. Per noi conta vincere. La Cittanovese deve conquistare i tre punti perché fondamentali per classifica e morale. La Palmese è una squadra forte e organizzata. Loro verranno a fare una prova di carattere, pressando molto e attaccando ogni pallone. Ma noi siamo all’altezza della sfida e lo abbiamo dimostrato in queste prime sei giornate. Il Campionato di Serie D è molto complesso e richiede la conquista di un cospicuo numero di punti soprattutto nel girone d’andata. Dopo la vittoria di Vibo siamo chiamati alla continuità».

Che partita dovrà fare la Cittanovese per battere i neroverdi?
«Al di là del derby di domenica prossima, noi dobbiamo guardare al percorso nel suo complesso. In alcune partite abbiamo dimostrato un approccio un po’ molle e questo non ce lo possiamo permettere. Conosco l’ambiente di Palmi. Loro sono carichi e verranno a fare punti. Noi dovremo dimostrare da subito di essere sul pezzo, senza lasciare spazio a sbavature».

La Cittanovese sta, però, dimostrando di sapere crescere con continuità
«Siamo partiti con una squadra nuova. Serviva del tempo per costruire un gruppo affiatato e pronto per la Serie D che, lo dirò sempre, non è l’Eccellenza. Alcuni calciatori venivano da metodi di allenamento e di gioco diversi. Il mister sta lavorando molto sul piano tattico per rodare maggiormente l’idea di calcio da presentare la domenica. La nostra forza deve essere quella di correre più degli altri e di affrontare ogni partita con la concentrazione giusta. Su questo stiamo lavorando e i primi frutti li abbiamo già raccolti».