Matelica, Dolce: "Non ci resta che vedere..."

 di Ermanno Marino  articolo letto 546 volte
Fonte: ss matelica
Matelica, Dolce: "Non ci resta che vedere..."

Inizierà in trasferta il girone di ritorno del Matelica che sarà impegnato al Carotti, contro la Jesina, domenica alle ore 14,30 nella secondo turno del girone di ritorono quando sarà a disposizione anche il centrocampista Massimiliano Marsili, tra gli ultimi arrivi del mercato invernale, dalla Carrarese. Il tecnico biancorosso potrà contare sull'intera rosa, dunque, dopo aver recuperato anche l'attaccante Manuel Pera, dolorante durante la pausa natalizia. Il bomber biancorosso si è allenato a parte col preparatoe Alberto Virgili per poi tornare la scorsa settimana col resto del gruppo. Una settimana che la S.S.Matelica affronterà con la consapevolezza che quello alle porte è un nuovo inizio rappresentato anche dalle diverse novità, come sottolinea il vice presidente Carlo Dolce: "La sosta è stata lunga e ha dato modo di lavorare al gruppo in cui si sono aggiunti diversi elementi. Ora siamo tutti curiosi di vedere questo nuovo Matelica. Si sono mescolate le carte, si è ringiovanita la rosa e non resta che stare a vedere a questo punto".

Domenica il Matelic sarà impegnato nella gara contro la Jesina che ha già ripreso il campionato. Cosa pensa dell'ennesimo rinvio per voi?
"Tornare dopo una lunga sosta è sempre un'incognita, non sai mai come sarà. La Jesina ha già giocato e ripreso il programma, vincendo anche contro la Recanatese, questo quindi indubbiamente sarà un vantaggio per loro, sono mentalmente molto sereni, ma noi non dobbiamo crearci alibi".

Che partita si aspetta?
"Onestamente molto dura e difficile da decifrare. In casa loro costruiscono sempre la propria forza e il Carotti è un terreno difficile per tutti, anche se noi lo abbiamo affrontato sempre positivamente. Aggiungo che avranno il dente avvelenato per come andò la gara dell'andata quando vincevano 2-0 e riuscimmo a ribaltare il risultato sul 3-2".

Che Matelica dovrà essere?
"Un Matelica che dovrà iniziare cl piglio giusto. Uno dei due campi è stato liberato per cui speriamo di allenarci bene e affrontare la settimana al meglio. C'è tanta curiosità attorno a questa squadra visto che sono state cambiate diverse cose, speriamo che il gruppo risponda positivamente. I cambiamenti sono stati fatti sempre e solo per il bene della squadra. Si respira un'aria diversa, devo ammettere, ma è il campo che deve dare le risposte".