Pietre, bottiglie ed accendini verso gli arbitri: gare a porte chiuse per l'Acireale

 di Davide La Rocca  articolo letto 491 volte
Pietre, bottiglie ed accendini verso gli arbitri: gare a porte chiuse per l'Acireale

Riportiamo testualmente il comunicato del giudice sportivo:

A CARICO DI SOCIETA'  
AMMENDA  
Euro 2.500,00 ed una gara a porte chiuse ACIREALE Per avere propri sostenitori in campo avverso, nel corso del primo tempo, lanciato pietre ed accendini all'indirizzo di un A.A. I medesimi, inoltre, nel corso del secondo tempo reiteravano il lancio di bottiglie di vetro, accendini, pietre di grandi dimensioni (10/15cm) che cadevano nelle vicinanze dell'Ufficiale di gara. Sanzione così determinata in considerazione della idoneità del lancio di oggetti a cagionare danni alla incolumità fisica dei presenti.