Sansepolcro, nuovo look per il terreno di gioco del Buitoni

 di Massimo Poerio  articolo letto 329 volte
Sansepolcro, nuovo look per il terreno di gioco del Buitoni

Si sono svolti per l’intera giornata di martedì 14 febbraio una serie di interventi di manutenzione straordinaria sul terreno dello stadio Buitoni di Sansepolcro. Da tempo la società bianconera si avvale della preziosa collaborazione dell’azienda Green Grass di Arezzo, proprio per la cura del manto erboso. “Il terreno del Buitoni versa in buono stato – spiega Maurizio Serboli, che è il titolare dell’azienda Green Grass – già da tre anni il Sansepolcro è sottoposto al programma tecnico e agronomico, seguito da personale esperto della nostra azienda dove andiamo a organizzare interventi mirati nell’arco di tutto l’anno: quindi, lavori che non si concentrano solamente a fine campionato, bensì vengono distribuiti su tutto il percorso calcistico.

Per la precisione si tratta di un’operazione di top dressing, la quale è finalizzata all’ossigenazione dell’apparato radicale, alla de-compattazione del suolo e automaticamente a un aumento di densità del manto erboso. C’è un grip molto più intenso all’utilizzo a cui è destinato: non ci sono periodi di fermo, terminato l’intervento il terreno può essere immediatamente utilizzato, senza nessuna problematica. Quello di Sansepolcro come detto è sinceramente un buon terreno – conclude il titolare della Green Grass – noi come azienda lavoriamo a livello nazionale e possiamo dire che non tutte le società sportive hanno questa lungimiranza e sensibilità come ha il Sansepolcro sul proprio campo”. E lo stadio Buitoni è sempre motivo di vanto per la società bianconera: un terreno che spesso viene preso come esempio anche da realtà che militano in categorie superiori. “Ci stiamo preparando al tradizionale impegno primaverile con il torneo Città di Sansepolcro – aggiunge Sauro Giorni, direttore generale bianconero – dove sul manto del Buitoni si andranno a giocare oltre 300 gare in appena due mesi: in accordo con la Green Grass, che ci cura la manutenzione dello stadio Tevere e del Buitoni, svolgiamo questo tipo d’intervento. Abbiamo trovato un’azienda altamente preparata sotto tutti i punti di vista, con attrezzature all’avanguardia che quando entrano negli impianti si nota subito la differenza. Tutti possono vedere e ci gratificano della bellezza dei due terreni: tutto questo è comunque un sacrificio importante per la società, che però allo stesso tempo ci tiene a mostrare sempre il meglio di se a partire proprio dal campo”.