Toro, gioie e dolori. Arrivano le vertenze degli ex ma anche gli aiuti del Comune

 di Emilio Andriani  articolo letto 579 volte
Toro, gioie e dolori. Arrivano le vertenze degli ex ma anche gli aiuti del Comune

Arrivano le vertenze degli ex calciatori granata. La commissione per gli accordi economici ha infatti stabilito che il Nardò dovrà pagare alcuni giocatori che hanno iniziato la corrente stagione in Salento ma che poi, dopo la rivoluzione dicembrina ed il fallimento della trattativa societaria, hanno deciso di cambiare aria. Ad aspettare le proprie spettanze sono: Antonio Pierguidi, 7.500 €, Paolo Rizzo, 1.700 €, Giovanni De Toma, 8.750 €, Maximiliano Mirabet, 5.400 €, Rodrigo Martin Veron, 5.700 €, Esteban Exequiel Pereyra, 7.500 €, e Pablo Veron, 6.300 €. Un totale quindi di 42.850 € da versare entro 30 giorni. Dunque una cifra ingente per le casse societarie che sono ormai vuote.

A dare però un aiuto ai dirigenti neretini che da inizio stagione lavorano nella precarietà più assoluta è arrivato il Comune. Gli aiuti tanto auspicati dai tifosi granata sono giunti nella giornata di ieri, in seguito ad una delibera dell'amministrazione comunale. Sono infatti stati stanziati 8.000 € per permettere all'A.S.D. Nardò Calcio di portare a termine questo campionato. Inoltre l'amministrazione ha ritenuto opportuno concedere all’A.S.D. Nardò Calcio l’utilizzo dello Stadio Comunale “Giovanni Paolo II” per lo svolgimento delle gare relative al campionato di appartenenza  e per gli allenamenti una volta alla settimana fino al 29 Aprile.
Gioie e dolori dunque per il Toro che dovrà stringere i denti per portare a termine questa stagione che definire travagliata sarebbe poco, nella speranza che la trattativa per il passaggio societario tra l'ormai ex patron Russo e il dott. Antico, amministratore unico del main sponsor del Nardò, il Poliambulatorio Santa Lucia, possa quanto prima andare in porto.