Vastese, la società fa chiarezza sui progetti futuri

 di Ermanno Marino  articolo letto 674 volte
Vastese, la società fa chiarezza sui progetti futuri

La dirigenza tutta della Vastese Calcio 1902 tiene a fare alcune precisazioni, ma soprattutto chiarezza, in merito a notizie apparse, nei giorni scorsi, su alcuni organi di informazione. Partiamo dalla premessa che nonostante si fosse una neo promossa la scorsa estate avevamo chiesto alla direzione sportiva di allestire un organico in grado di competere nei quartieri medio-alti della classifica, di concerto con l’allenatore. Alla luce dei risultati, soprattutto nel girone di ritorno, è chiaro che qualcosa non sia andato come preventivato. Il cambio tecnico è stato deciso anche e soprattutto per provare a dare una scossa all’intero ambiente che evidentemente non c’è stato. Detto questo è importante sottolineare che nulla è ancora stato definito per il futuro. Appena si chiuderà l’attuale campionato la dirigenza si riunirà, insieme a direttore ed allenatore per tirare le somme e valutare, insieme, il futuro. E’ chiaro che entrambi, per andare avanti, dovranno condividere ed adottare le scelte societarie. Sicuramente si proverà ad allargare anche la base societaria anche se ad oggi di concreto non c’è nulla. E’ sicuramente da qui che bisogna ripartire prima di poter dettare le linee guida della prossima stagione perché è sempre il budget a definire strategie ed obiettivi che poi devono ripercuotersi con i risultati sul campo. Chiediamo ai nostri tifosi di stare tranquilli e fidarsi di una società che ha come chiaro obiettivo quello di far vedere calcio a lungo termine. E’ importante che se vengono presi degli impegni, soprattutto a livello economico, questi vengano rispettati così come fatto fino ad oggi. Non ha senso fare voli pindarici per poi rischiare di trovarsi con un pugno di mosche in mano. Riteniamo che sia opportuno fare le cose in maniera oculata e ponderata senza fare proclami e promesse che poi non si riescono a mantenere. La chiarezza, riteniamo, che paghi sempre. Da qui a fine campionato speriamo di non dover tornare nuovamente sull’argomento ed eventuali e/o ulteriori articoli di stampa in merito dovranno essere ritenuti come illazioni e/o false deduzioni del cronista di turno.