Vigor Carpaneto a caccia del riscatto contro il Mezzolara

 di Ermanno Marino  articolo letto 51 volte
Fonte: luca ziliani
Vigor Carpaneto a caccia del riscatto contro il Mezzolara

Il tempo è risicato, quindi il voltare pagina rapidamente – oltre che opportuno – è anche fisiologico. Per la Vigor Carpaneto 1922 è giunta l’ora del primo turno infrasettimanale in serie D, con i ragazzi di Alberto Mantelli che saranno di scena domani (mercoledì) alle 15 a Budrio (Bologna) a domicilio del Mezzolara nella terza giornata d’andata del girone D. Nell’anticipo di sabato, la Vigor ha ceduto di misura (1-2) al Lentigione, stesso destino capitato nella giornata successiva al Mezzolara sul terreno umbro del Villabiagio (1-0). In campo, dunque, ci sarà una generale voglia di riscatto che darà vita con ogni probabilità a un match combattuto.

QUI VIGOR – In casa biancazzurra, l’analisi pre-partita è affidata a mister Mantelli. “Il Mezzolara – spiega il tecnico parmigiano della compagine piacentina – è una squadra di categoria, che fa del fattore campo il punto di forza insieme al potenziale offensivo. La lunga militanza in serie D la dice lunga sulla solidità societaria, mentre in campo è un’undici aggressivo e molto rapido, quindi nel complesso è un avversario da prendere con le molle. Ci aspetta uno scontro diretto da affrontare con mentalità battagliera”. Quindi ripercorre il match di sabato contro il Lentigione. “Ci abbiamo messo generosità e anche qualità e questo da un lato ci rincuora, ma dobbiamo essere meno inesperti negli episodi”. Capitolo infermeria, un argomento che ha tenuto banco contro i reggiani con varie defezioni in attacco. “Avremo out ancora Raggi, mentre proveremo fino all’ultimo a recuperare in parte Sylla; inoltre, spero che Lucci e Franchi abbiano un minutaggio più alto in seguito al loro percorso di recupero”.

PARLA L’ATTACCANTE ANDREA LUCCI – E’ uno degli acciaccati della Vigor, ma pur non essendo al top sabato scorso ha segnato la prima rete casalinga in serie D della storia del Carpaneto. Andrea Lucci stringe i denti e cerca di dare il proprio contributo alla causa biancazzurra. “La frattura alla costola – spiega l’attaccante laziale della Vigor – è guarita, ma ho perso una ventina di giorni di preparazione e sono leggermente indietro. Anche se si giocano 5 o 10 minuti, è importante farsi trovare pronti, anche perché la concorrenza è alta e se sprechi le opportunità poi fai fatica a trovare spazio. Contro il Lentigione ce la siamo giocata alla pari nonostante l’emergenza-infortuni. Il Mezzolara è una squadra radicata in categoria, che cerca di mantenere la serie D, un campionato dove ogni match è difficile, a maggior ragione fuori casa come in questo caso per noi”.

L’AVVERSARIO – Il Mezzolara è una compagine bolognese che per il quattordicesimo anno consecutivo (il sedicesimo complessivo) affronta il  campionato di serie D, rappresentando una matricola storica per la quarta serie nazionale. In panchina siede il tecnico Francesco Passiatore, con l’allenatore pugliese arrivato in estate in terra bolognese, mentre in campo il nome più noto è quello del centrocampista Rômulo Eugênio Togni , brasiliano classe 1982 che ha vinto la B (2011-2012) con il Pescara di Zeman (dove militavano i vari Insigne, Verratti e Immobile) per poi esordire in serie A nella stagione successiva, segnando anche il suo primo gol in Pescara-Catania del 21 dicembre (2-1). Per lui, prima stagione al Mezzolara dopo aver vinto lo scorso campionato di serie D (girone A) con il Cuneo. Contro la Vigor, la squadra bolognese riabbraccerà il difensore Bagnai, che nello scorso week end ha scontato il turno di squalifica.