L'ex "dilettante" Silvio Baldini: "Calcio in mano ad incompetenti che pensano a rubare soldi. Alleno gratis per essere libero"

13.11.2018 12:45 di Davide Guardabascio   Vedi letture
L'ex "dilettante" Silvio Baldini: "Calcio in mano ad incompetenti che pensano a rubare soldi. Alleno gratis per essere libero"

Interessantissima intervista quella rilasciata dal tecnico Silvio Baldini, ora alla Carrarese, a FoxSport.it. L'allenatore che partì dai campi di periferia, dal calcio dilettantistico, scalando il mondo del pallone fino ad arrivare al calcio che conta, alla Serie A dove ha allenato Empoli, Parma, Lecce e Catania.

Il suo essere schietto e diretto lo ha pagato ad un certo punto della sua carriera con l'emarginazione e ben sei anni, dal 2011 al 2017, senza panchina. Poi l'approdo alla Carrarese che ora sotto la sua guida sogna la promozione in Serie B.

Alla Carrarese ha accettato di allenare gratis, senza alcun compenso. Baldini anche stavolta non si nasconde: "Alleno gratis perché voglio essere libero, non sopporto di avere la spada di Damocle sulla testa: io faccio il mio lavoro con passione ma non voglio rendere conto di nulla a nessuno. Il 90% dei dirigenti, soprattutto nel calcio di alto livello, sono persone che stanno lì per rubare i soldi. E oltre a fare i propri interessi, spesso sono pure incompetenti. E siccome io non sopporto di dovermi confrontare con un ladro, sono arrivato a declinare diverse offerte: sapevo che non mi sarei trovato bene. Rimpianti? Ho raccolto quello che ho seminato. Io faccio tutto con passione e amore quindi non posso avere rimpianti. E poi ho il privilegio di lavorare a due passi da casa. Pensi che emozione vedere sugli spalti dello stadio le persone che incontri per strada, al bar o al ristorante. No, nessun rimpianto".