Spadafora: "Bonus novembre pronto entro 7 giorni. Lotto per un aumento a dicembre"

16.11.2020 21:05 di Stefano Sica   Vedi letture
Spadafora: "Bonus novembre pronto entro 7 giorni. Lotto per un aumento a dicembre"

Consueto aggiornamento settimanale, tramite una diretta Facebook, per il Ministro per le Politiche giovanili e lo Sport, Vincenzo Spadafora, il quale ha fatto il punto sui pagamenti in programma per lavoratori sportivi e società dilettantistiche. L'erogazione del bonus di novembre è pronto, mentre mercoledì 18 novembre si riapre una finestra settimanale per quei club che - non gestendo impianti - avessero bisogno del fondo perduto per onorare utenze e spese accessorie. "E' appena terminato il CdM - ricorda -. Per ora non si parla di riaperture, anche per le varie differenze tra Regioni, divise in zone gialle, arancioni e rosse. Anzi, se le cose dovessero peggiorare, il Governo adotterà altre misure. Non è vero che solo il mondo dello Sport è in sofferenza: in questo momento bisogna avere rispetto per tutti perché tanti sono i settori in difficoltà. Io capisco la rabbia montante, ma il comparto Sport è stato tra i primi ad avere aiuti per fronteggiare questa fase. Molti altri settori lamentano invece di non aver ricevuto gli aiuti adeguati".   

BONUS NOVEMBRE - "Intanto non escludo che per dicembre il bonus di 800 euro possa essere anche aumentato. Il Ministro Gualtieri mi ha confermato che la Ragioneria dello Stato ha chiuso la pratica e venerdì scorso ha trasferito i fondi alla Banca d'Italia. Giovedì arriverà tutto sul conto corrente di Sport e Salute che, sono certo, disporrà immediatamente i bonifici. Sono in 116.974 lavoratori sportivi che ne usufruiranno dopo aver risposto alla mail ricevuta. Al massimo entro lunedì riceveranno il contributo. Ribadisco che solo grazie al nostro sforzo questi lavoratori hanno potuto accedere ad un fondo che negli anni precedenti non esisteva, visto che magari erano costretti ad accettare un contratto di lavoro che non prevedeva alcun tipo di tutela. Ci sono 10mila persone che hanno, giustamente e onestamente, rinunciato al bonus in quanto non ne avevano i requisiti. Quelli che hanno fatto una nuova domanda sono 54mila. Per loro bisognerà attendere qualche giorno in più, ma parliamo comunque della fine di novembre. Occorreranno solo dei controlli più approfonditi, ma saremo celeri anche su questo. Sport e Salute ha fatto un nuovo invio massivo di mail, dal momento che molti dicevano di non aver ricevuto nulla".

BONUS GIUGNO - "Le pratiche da evadere sono scese a 4039. Per queste, Sport e Salute sta facendo un passaggio con l'Avvocatura dello Stato per avere un conforto circa l'interpretazione di alcune norme. Se siamo ancora qui a chiedere pareri, a fare riunioni e ad interpellare tante persone, è perché da parte nostra c'è tutta la volontà di chiudere questi fascicoli. Noi stiamo solo risolvendo un problema causato da tanti che hanno compilato la domanda rendendo dichiarazioni mendaci. Che poi lo abbiano fatto in buona fede, non lo metto in dubbio, ma l'errore c'è stato e la situazione è questa. Altrimenti i soldi sarebbero già stati erogati. Ricordo sempre che, da inizio pandemia, abbiamo supportato i lavoratori sportivi con 470 milioni di euro. Sarebbe stato facile per noi respingere direttamente queste 4039 posizioni ancora in sospeso. Proprio per evitare tutto questo, stiamo cercando la soluzione migliore".    

CONTRIBUTO SOCIETA' - "L'Agenzia delle Entrate ha già erogato i contributi a tutti i codici ATECO. Abbiamo aggiunto agenti e procuratori sportivi, corsi sportivi e ricreativi, corsi di danza e servizi alla persona. C'erano già i gestori di impianti sportivi polivalenti e le organizzazioni e le promozioni di eventi sportivi. Tutti hanno ricevuto sul proprio conto corrente il doppio della volta scorsa. Sono bonifici che ammontano ad oltre 100 milioni di euro. Domani 17 novembre scade la domanda per accedere al fondo perduto da parte di ASD e SSD che pagano fitti: ad oggi si sono iscritte 5644 società. Faremo le varie verifiche con l'Agenzia delle Entrate entro qualche giorno, quindi il Dipartimento per lo Sport provvederà ai pagamenti entro la fine di questo mese. Mercoledì 18 novembre apriremo una finestra settimanale per quelle ASD e SSD che, non gestendo impianti e non pagando affitti, vorranno accedere al fondo perduto per pagare utenze e onorare altre spese relative magari a sanificazioni e oneri simili. La finestra si chiude il 25. Anche qui saranno fatte le dovute verifiche e poi il Dipartimento pagherà celermente: i fondi sono arrivati anche al Dipartimento, oltre che a Sport e Salute per quanto concerne i lavoratori sportivi. Quindi non ci sono problemi. In tutti questi casi, sia per la finestra che si chiude domani, sia per quella che si apre mercoledì, le società riceveranno un contributo raddoppiato rispetto all'ultimo percepito, per quanto corrispondente a tre mesi. Ora parliamo di un periodo di copertura più breve, magari di due mesi. Ma abbiamo comunque calcolato eventuali problemi che abbiate incontrato. Insomma, abbiamo tutelato tante categorie, abbiamo aumentato i contributi, stiamo coprendo tutto. E allora a breve pubblicheremo anche una cartina geografica che faccia una fotografia di quante ASD e SSD, regione per regione, provincia per provincia, abbiano chiesto i contributi. Non metteremo i nomi per la privacy, ma renderemo noto l'ammontare dei fondi scaglionati per territorio, perché è giusto che il nostro sforzo venga riconosciuto pubblicamente. Tanti soldi hanno finanziato lo Sport di base ed è giusto che si sappia quali province ne hanno usufruito in misura maggiore. Noi siamo attenti a tutto, leggiamo le lamentele che ci arrivano. E allora se qualcuno è rimasto fuori per qualsiasi motivo o per un certo tipo di casistica, faremo in modo di aiutarlo in un secondo momento". 

ALTRI FINANZIAMENTI - "Nella Legge di Stabilità di oggi, abbiamo stanziato un fondo di 50 milioni di euro che sarà attivo da gennaio 2021. Con un precedente decreto, avevamo stanziato altri 50 milioni attivabili dal 2021. Sono soldi per famiglie che vorranno svolgere attività sportiva e, in larga misura, per ASD e SSD. Sport e Salute esiste proprio per supportare lo Sport di base. Anche le Federazioni sportive, che godranno di queste risorse, saranno chiamate ad agire in questo senso".

RIFORMA PER LO SPORT - "Siamo nel momento clou. I partiti di maggioranza dovranno confermare questo impegno manifestato nel voler portare avanti questa riforma. Finalmente sarà restituita dignità ai lavoratori sportivi quando sottoscriveranno dei contratti. Con una riforma vigente, noi non avremmo dovuto neanche fare questo lavoro immane di aiuto economico verso i lavoratori sportivi. Il prossimo sarà un anno difficile in quanto pagheremo ancora il prezzo di questa pandemia. Sono contento che, in Legge di Stabilità, sia stato inserito un esonero contributivo per il biennio 2021-22 per tutti i lavoratori sportivi. Questo aspetto sarà totalmente a carico dello Stato. Questa settimana dovrebbe essere decisiva per la riforma".