Ex calciatore ed opinionista Tv travolto mentre attraversava sulle strisce

19.10.2020 11:47 di Anna Laura Giannini   Vedi letture
Fonte: Flavia Buccilli - Il Centro
Ex calciatore ed opinionista Tv travolto mentre attraversava sulle strisce

La parte finale del pomeriggio trascorsa con gli amici in un lo­cale della Riviera. Poi i saluti e il rientro verso casa. Ma dopo po­chi passi, il tempo di avviarsi sulle strisce pedonali per attra­versare, ed è stato investito.

II fe­rito è l'ex calciatore Mario Can­tarelli, 78 anni. A travolgerlo, un pescarese di 54 anni in sella a un ciclomotore. Cantarelli è finito in ospedale per i traumi riporta­ti dopo la caduta, almeno stan­do ai primissimi accertamenti effettuati sul posto dal persona­le del 118 arrivato con una am­bulanza, dopo aver ricevuto di­verse segnalazioni. Trasportato al pronto soccorso, dalla Croce Rossa, anche il conducente del ciclomotore che lamentava dei problemi al ginocchio.

La dinamica dell'investimento è ancora tutta la ricostruire e di questo si sta occupando il personale della sezione infortu­nistica della polizia municipale, che è intervenuto sul lungoma­re Matteotti, all'altezza dell’hotel Salus, per i rilievi. All’arrivo dei soccorritori Cantarelli era a terra, sulle strisce pedonali e, più in là, sulla corsia in direzio­ne nord, c era ancora il mezzo dell'investitore, appoggiato su un lato. Da capire, quindi, dina­mica e responsabilità. Enorme l'apprensione degli amiti dell'ex calciatore che fino a po­chissimi minuti prima erano stati con lui e poi, al momento dell'investimento, hanno senti­to un rumore sordo che li ha fat­ti accorrere sul ciglio della stra­da per scoprire quanto appena accaduto. Cantarelli, originario di Parma, è molto conosciuto in ambito calcistico, e non soltan­to in città, dove si è stabilito do­po aver militato due stagioni nel Pescara negli anni Sessanta.

Il suo nome è associato anche alle maglie del Bari, del Brindisi, del Monza, di Chieti e dell'Acireale, dove ha chiuso la carriera (l'e­sordio, invece, con il Fidenza). E la sua notorietà è legata anche alle sue presenze in tv come opi­nionista.