Nessun Conte ter. Mattarella convoca Draghi al Quirinale: «Serve un governo di alto profilo, non politico. Appello a tutte le forze»

02.02.2021 21:46 di Nicolas Lopez   Vedi letture
Nessun Conte ter. Mattarella convoca Draghi al Quirinale: «Serve un governo di alto profilo, non politico. Appello a tutte le forze»

Non ci sarà il terzo mandato a Giuseppe Conte. Matteo Renzi è riuscito nell'opera di mettere il Paese in seria difficoltà facendo fallire il mandato esplorativo affidato a Roberto Fico. Il presidente della Repubblica Mattarella avverte che ci sono soltanto due opzioni ora sul tavolo: o un governo di alto profilo istituzionale (da questo punto di vista è stato convocato Mario Draghi domani alle 12 al Quirinale) oppure le urne con i gravissimi rischi che ciò comporterebbe.

Queste le parole di Mattarella: «Dalle consultazioni al Quirinale era emersa come unica possibilità di governo a base politica quella della maggioranza che sosteneva il governo precedente. La verifica della sua concreta realizzazione ha dato esito negativo. Vi sono adesso due strade tra loro alternative: dare immediatamente vita ad un nuovo governo adeguato a fronteggiare le gravi emergenze presenti: sanitaria, sociale, economica, finanziaria ovvero quella di immediate elezioni anticipate. La crisi richiede un governo nella pienezza delle sue funzioni e non un governo con l'attività ridotta al minimo. Avverto il dovere di rivolgere alle forze politiche un appello per un governo di alto profilo per far fronte con tempestività alle gravi emergenze in corso. La scadenza del blocco dei licenziamenti richiede molte decisioni difficili da assumere da un governo non nel pieno delle sue funzioni e con la campagna elettorale. Inoltre entro aprile bisogna presentare il piano per i grandi finanziamenti europei, prima lo si approva e più tempo c'è per l'interlocuzione con l'Ue. Un governo con l'attività ridotta non sarebbe in grado di farlo per qualche aspetto nemmeno potrebbe e non possiamo perdere questa occasione. Dal momento in cui si sciolgono le Camere devono passare 60 giorni, poi altri 20 giorni per insediare le nuove Camere, che poi devono formare i propri uffici di presidenza. Poi bisogna formare il governo, che deve ottenere la fiducia delle Camere e poi organizzare i propri uffici. Nel 2013 passarono 4 mesi, nel 2018 5 mesi. Si tratterebbe di tenere a lungo il Paese senza un governo in pienezza di funzioni. Conto di conferire al più presto incarico per formare governo che faccia fronte con tempestività alle gravi emergenze non rinviabil».