Rivoluzione Champions: dal 2024 parte la riforma della Coppa

10.03.2021 00:30 di Francesco Vigliotti   Vedi letture
Rivoluzione Champions: dal 2024 parte la riforma della Coppa

La riforma della Champions League è in rampa di lancio. Avverrà nel triennio 2024-2027 e non sarà la famigerata Superliga. Da questo punto di vista non ci saranno favoritismi per le big europee. «Sfortunatamente per chi aveva pensato quella formula - ha detto ieri il segretario generale dell'Uefa, Giorgio Marchetti - il 99% dei club europei non era stato invitato... E tutti preferiscono l'unità».

Le Modifiche. La principale novità sarà il passaggio dalle attuali trentadue squadra a trantasei club partecipanti col risultato di passare dalle 13 partite attuali che servono oggi per vincere il trofeo a 17 incontri con i match della prima fase che passeranno a dieci. Gli incontri così passeranno dagli attuali 125 a 209, un bell'invito ai broadcaster ad alzare le offerte per i diritti tv.

A chi andranno i quattro posti in più? Al momento non è ancora chiaro. Ciò che pare chiaro è invece che tutte e 36 formazioni saranno concentrate in un unico raggruppamento anche se, per determinare il calendario, saranno divise in 4 fasce in base al ranking Uefa. Ognuna giocherà 5 incontri in casa e 5 in trasferta: 2 sfide saranno contro avversarie della stessa fascia; le altre 8 saranno divisi equamente tra le fasce rimanenti (3-3-2). Al termine della prima fase le prime 8 voleranno agli ottavi, mentre le classificate dal nono al ventiquattresimo posto spareggeranno tra di loro che decretare le 8 mancanti per il tabellone a eliminazione diretta.