Il Milan si impone di misura in casa del Napoli

07.11.2020 15:30 di Francesco Vigliotti   Vedi letture
Il Milan si impone di misura in casa del Napoli

Tanto cuore, tanta determinazione, tanta grinta ma il Napoli incassa l’ennesima sconfitta per mano di un Milan che però ha dovuto sudare le proverbiali sette camicie per portare a casa il due ad uno finale.

Cinque indisponibili causa Covid-19, Cafferata squalificata e due settimane difficili per via del virus che ha colpito ben sette calciatrici, il Napoli Femminile è arrivato al cospetto del Milan senza nulla da perdere e senza punti in classifica (complice lo 0-3 a tavolino contro l’Inter dopo il pareggio sul campo ottenuto nell’ultima uscita interna). Marino ha dovuto portare in panchina cinque Primavera ed ha optato per un 4-4-2 offensivo.


Di contro Maurizio Ganz si è affidato all’esperienza lì davanti dell’ex di turno Giacinti (omaggiata a nome del Napoli Femminile prima della partita da capitan Di Marino con un pallone celebrativo sul quale sono impresse le icone e i luoghi più significativi di Napoli). Equilibrio in avvio, con due conclusioni a da parte delle rossonere con Tucceri (alto) e Giacinti (miracolosa Perez). Al 14’ rigore per le ospiti per un presunto mani in barriera di Kubassova su punizione di Tucceri: penalty dubbio che Giacinti trasformava sicura. Reazione Napoli con un mancino impreciso di Nencioni ma al 41’ clamorosa doppia occasione per Giacinti sola davanti a Perez che si oppone alla Garella (di piede prima e con la mano aperta poi).


Parte fortissimo il Milan nella ripresa - complice il calo del Napoli a corto di allenamenti causa Covid - ma non sfondava perché il colpo di testa di Vitale trovava Kubassova sulla linea, il destro di Rask esaltava Perez (la migliore delle azzurre) e poi veniva annullato un gol a Rinaldi per un evidente fuorigioco. Il raddoppio arrivava puntuale al 10’ sempre con Giacinti, che - dopo una lunga mischia in area - ribadiva in rete un destro sporco di Rask. Al 29’ squillo del Napoli con Oliviero, che rientra e calcia con il destro ma non trova l’angolo. Al 38’ rigore per il Napoli su cross di Jacynta e strattonata di Vitale (secondo giallo per lei) su Goldoni, che dal dischetto trasformava. Uno-due e Milan in dieci. Assalto finale tutto cuore del Napoli che però non produceva gli effetti sperati.

Napoli-Milan 1-2

Napoli (4-4-2): Perez; Capparelli (dal 34’ s.t. Jacynta), Jansen, Huynh, Oliviero; Hjohlman (dal 27’ st Cameron), Nencioni, Kubassova (dal 12’ st Beil), Nocchi; Goldoni, Popadinova (Franco, Franchetto, El Bastali, Catalano, Gallo, Di Marino). All. Marino
Milan (3-5-2): Korenciova; Vitale, Agard, Fusetti; Rizza, Jane, Rask (dal 41’ s.t. Spinelli), Grimshaw, Tucceri; Rinaldi (dal 23’ st Dowie), Giacinti
(Piazza, Bergamaschi, Kulis, Morleo, Nano, Mauri, Simic). All.: Ganz
Arbitro: Galipò di Firenze (Mittica-Gregorio)
Marcatori: Giacinti (M) rig. 14’ pt e 10’ st, Goldoni (N) 39’ st
Espulsa Vitale (M) al 38’ s.t. per doppia ammonizione.
Ammoniti: Popadinova (N), Vitale (M)
Note: si è giocato a porte chiuse. Rec.: 1’ pt., 4’ s.t.