Il Napoli Carpisa Yamamay sfiora l'impresa a Tavagnacco

Contro la seconda in classifica le napoletane rimontano da 3-0 a 3-2, con due gol e una traversa di Valeria Pirone e un rigore negato nel finale.
01.12.2012 22:30 di Davide La Rocca  articolo letto 2404 volte
Fonte: Comunicato Stampa
Il Napoli Carpisa Yamamay sfiora l'impresa a Tavagnacco

Il Napoli Carpisa Yamamay a un passo da un risultato clamoroso. La squadra del presidente Lello Carlino è stata fermata sul 3-2 dal Tavagnacco, formazione friulana candidata allo scudetto, al termine di una gara rocambolesca, valida per l’undicesimo turno della serie A. Al termine del primo tempo, infatti, la squadra del paesino in provincia di Udine, con in rosa sei nazionali, stava vincendo 3-0, ma nella ripresa ha subìto il rientro delle napoletane allenate da Peppe Marino, che hanno rimontato fino al 3-2 e sono arrivate a un passo dal clamoroso pareggio.

Nel primo tempo è arrivato subito il gol di Camporese, su una ribattuta da calcio d’angolo, che ha dato al 7’ il vantaggio al Tavagnacco. Al 28’ è stata Zuliani a raddoppiare, ribadendo in rete una respinta di Casaroli al termine di un’azione corale della squadra friulana. Marino ha subito cambiato l’assetto tattico, inserendo il centravanti Giacinti al posto del terzino Di Marino, e al 34’ è arrivata la traversa di Pirone, di testa su un cross da calcio d’angolo. Al 42’, invece, il Tavagnacco ha aumentato ulteriormente il vantaggio, con un tiro dal limite di Tommasella che si è insaccato nell’angolino basso alla sinistra di Casaroli.

Le napoletane, però, nella ripresa hanno preso in mano il pallino del gioco e hanno accorciato al 54’ con Pirone, che ha superato Marchitelli capitalizzando un lancio lungo in contropiede. Al 76’ la stessa Pirone ha messo a segno la doppietta personale, sfruttando un rimpallo in area su un tiro di Caramia. Dopo pochi minuti il Napoli Carpisa Yamamay avrebbe anche potuto pareggiare, con Pirone che ancora una volta era riuscita a liberarsi in area su un lancio di Barreca ed era stata atterrata dal portiere Marchitelli. L’arbitro, però, ha punito per simulazione il centravanti partenopeo. Con questo risultato la squadra partenopea resta al settimo posto in classifica a quota 15 punti.

“Sono soddisfatto di come ha giocato la squadra – ha spiegato a fine partita il tecnico, Peppe Marino -. Abbiamo dominato, soprattutto nel secondo tempo, sul campo di una delle candidate allo scudetto. Di sicuro il risultato poteva essere diverso, perché nel finale il rigore su Pirone era netto e ci avrebbe permesso di completare una splendida rimonta”.

Il Napoli Carpisa Yamamay tornerà in campo sabato 8 dicembre, per la dodicesima giornata di campionato, in casa allo stadio Collana contro il Riviera di Romagna (ore 14.30).

                      

Tavagnacco-Napoli Carpisa Yamamay 3-2

Tavagnacco: Marchitelli, Martinelli, Rodella, Tuttino, Laterza, Bissoli, Tommasella, Parisi (54’ Di Sisti), Zuliani (88’ Lauriola), Brumana, Camporese. A disp: Bonassi, Di Sisti, Pochero, Bottacin, Peressotto, Desetti, Lauriola.  All. Rossi

Napoli Carpisa Yamamay: Casaroli, Barbieri (75’ Diodato), Di Marino (30’ Giacinti), Morra, Masia, Filippozzi, Esposito, Franco (60’ Barreca), Giuliano, Caramia, Pirone. A disp: Radu, Kensbock, Barreca, Giacinti, Rapuano, Diodato. All. Marino

Arbitro: Perissinotto (San Donà del Piave - Ve)

Marcatori: 7’ Camporese, 28’ Zuliani, 42’ Tommasella, 54’, 76’ Pirone

Ammoniti: Tommasella (T), Di Marino (N), Pirone (N)