UFFICIALE: La Pro Sesto trova il suo difensore

Accordo fra Mazzotti, difensore '98, il ds Colombo ed il presidente Albertini
Il giocatore lascia San Marino, grazie alla comprensione della società del Titano
07.12.2018 09:45 di Titti Acone  articolo letto 1059 volte
UFFICIALE: La Pro Sesto trova il suo difensore

E’  Marco Mazzotti (foto) il nuovo difensore della Pro Sesto. Per il centrale classe 1998, destro e milanese di nascita, è arrivata la fumata bianca, grazie alla sapiente attività di mediazione del ds Jacopo Colombo e alla regia del presidente della compagine di via XX settembre Gabriele Albertini, che hanno trovato l’accordo col procuratore del giocatore Alessandro Ranieri.

Mazzotti quest’anno ha iniziato molto bene al San Marino (10 presenze e 2 gol), dopo una stagione e mezza al Sestri Levante,  Fanfulla ed il settore giovanile al Renate. Come raccolto in esclusiva dalla nostra redazione di www.notiziariocalcio.com  il difensore ci spiega la sua scelta:

Vorrei innanzi tutto ringraziare la proprietà e la dirigenza del San Marino  – spiega il giocatore  - che mi ha concesso l’opportunità di tornare a casa e darmi la possibilità di confrontarmi con una squadra ed una società gloriosa ed altrettanto ambiziosa come la Pro Sesto. Ora devo cercare di meritarmi la fiducia dello staff, della proprietà e soprattutto dei miei compagni col lavoro e le prestazioni. Ho trovato un gruppo importante dal punto di vista tecnico e dalle metodologie di lavoro, ma soprattutto una società dove non manca nulla per fare bene. Ora tocca a me dimostrare con i fatti”.

Il suo procuratore Ranieri ci spiega un po’ più nei dettagli la scelta

Marco  – inizia l’agente – ha ricevuto più di una proposta da altre squadre di serie D che avevano ambizioni come il San Marino. Addirittura c’era una squadra di C che sta seguendo il giocatore. Anch’io ringrazio il presidente Mancini ed il ds Melini per  aver compreso che dal punto di vista personale, l’opzione Sesto rappresentava per il mio assistito una scelta eccellente, tornando a casa in una società che sta costruendo ed investendo nel presente e nel futuro. Avuto l’ok dal Titano, grazie alle rassicurazioni ed al lavoro dell’insuperabile duo, Marusia Giannini e Gottardo Zonta, spesso ed a torto trascurati dagli addetti ai lavori, è stato facile col ds Colombo e col presidente Albertini trovare poi la quadra. Da qui in avanti Marco dovrà dare il 101 per cento per dimostrare tutto il suo valore e meritare la fiducia e l'opportunità concessa"