UFFICIALE: Un figlio d'arte per il Fanfulla

27.07.2021 17:35 di Redazione NotiziarioCalcio.com Twitter:    vedi letture
UFFICIALE: Un figlio d'arte per il Fanfulla

Centrocampista, con una spiccata propensione al gioco offensivo. Di origini lodigiane. E con un cognome importante per la città, Maspero. È Nicolò Maspero il nuovo centrocampista a disposizione di mister Omar Nordi e del Fanfulla in vista della stagione 2021-2022.

La società e il classe 2001 hanno trovato l’accordo per la felicità del giocatore stesso e del presidente Luigi Barbati che aggiunge così un giovane di ottime prospettive in un reparto che conta calibri da 90 e di esperienza come capitan Brognoli e Laribi. Determinato e con tanta voglia di mettersi in mostra in una società importante per papà Riccardo, cresciuto ricordiamo proprio tra le fila del Fanfulla prima di spiccare il volo tra Cremonese, Sampdoria, Vicenza, Lecce, Torino e Fiorentina, per citarne solo alcune, il 20enne Maspero inizia a muovere i primi passi a livello giovanile alla Villese, società dilettantistica del comune di residenza. Siamo negli anni immediatamente post Fanfulla per papà Riccardo, tra il 2005 ed il 2007 quando tornò a vestire la maglia bianconera insieme a mister Nordi e al team manager Dellagiovanna in un Guerriero guidato in panchina da Virginio Gandini. Subito il giovane Nicolò viene notato dalla Virtus Bergamo, club di riferimento nella bergamasca per i giovani, per poi passare allo Scanzorosciate che ne detiene il cartellino. Nella stagione interrotta dal Covid19 è invece uno dei punti di forza della formazione Berretti della Giana Erminio che viaggiava tranquillamente in zona playoff anche grazie alle 5 reti messe a segno da Maspero. Lo scorso campionato poi l’approdo in D, con il passaggio allo Sporting Franciacorta a marzo 2021 con cui esordisce nell’ultima giornata, a due mesi circa dal suo arrivo nel bresciano, nel 4-4 sul campo del Seregno. 
Ora il Fanfulla, dove punta a crescere ulteriormente, con l’obiettivo di lasciare il segno e ben impressionare davanti ai tifosi bianconeri che, dopo aver gioito con le giocate del papà, ora sognano di farlo sotto i colpi del 20enne. 

“Per me sarà un’esperienza importante, un’occasione che so essere di quelle che capitano poche volte perché il Fanfulla sappiamo che società sia. La speranza è quella è di fare bene per i colori bianconeri. Sono un giocatore di qualità, che può giocare in diverse zone del campo e pronto a mettersi a disposizione dei miei compagni. Ho subito notato un ambiente accogliente, con tutti quelli che ho conosciuto che si sono subito dimostrati pronti ad aiutarmi. In primis il presidente, importante per la società e che tanto ha fatto per il Fanfulla in questi anni. Mio papà? Mi ha detto che Lodi è una città ambiziosa, che sa quello che vuole, che devo lavorare per ripagare questa fiducia. Ho visto che ci sono state conferme fondamentali, di giocatori già presenti nella stagione scorsa. Spero nel mio ruolo che i più esperti, veri punti di riferimento, mi diano una mano nel mio percorso di crescita”.