Afragolese, patron Niutta: "La mia volontà è proseguire nel progetto ma..."

Eccellenza Campania
02.05.2019 06:30 di Massimo Poerio   Vedi letture
Afragolese, patron Niutta: "La mia volontà è proseguire nel progetto ma..."

Torna a parlare il presidente dell'Afragolese, Rafffaele Niuta. Il numero uno del club si è rivolto alla sua piazza con una lettera aperta in cui inevitabilmente l'argomento principale è legato al futuro del club.

Amici afragolesi, mi ritrovo qui dopo un paio di giorni di silenzio per ringraziarvi e rendervi partecipi di quelli che saranno i prossimi step del progetto Afragolese. Innanzitutto mi preme dirvi grazie per avermi sostenuto fin dal mio avvento ad Afragola, nel mese di luglio dello scorso anno, quando il futuro della vostra squadra del cuore sembrava più che incerto. Da allora è esploso un feeling particolare con voi e spalla a spalla abbiamo proseguito insieme per tutto il campionato, nonostante le tante difficoltà dovute alla partenza in grave ritardo ed alla definizione in corso d’opera di un quadro societario di primo livello. Con voi c’è ormai empatia, amicizia e rispetto reciproco e so di potervi parlare chiaro. Dopo Natale e tutte le vicissitudini incontrate nel girone d’andata, che voi ben conoscete, c’è stata la volontà di andare avanti, quando sembrava tutto perduto e il giocattolo ormai rotto. Invece abbiamo reso insieme questo giocattolo ancor più forte e con l’avvento di mister Masecchia e del suo staff abbiamo iniziato una rincorsa che ci ha portato ad essere la squadra che nel girone di ritorno ha totalizzato più punti e che ha espresso il miglior gioco di tutta l’Eccellenza campana. Purtroppo il calcio non è una scienza esatta e la fortuna non è stata dalla nostra parte nell’ultima gara, dovendo accettare il verdetto del campo. Certo ci abbiamo creduto davvero tanto ed è per questo che il magone che tutti noi abbiamo dentro è ancora forte. In questa lettera voglio ringraziare tutti i nostri sponsor, a partire da Gaetano Acri e via via tutti gli altri, che hanno contribuito a questa annata comunque esaltante, nonostante tutto. Ringrazio inoltre il sindaco Claudio Grillo, l’assessore Cristina Acri e l’amministrazione comunale per averci supportato durante tutto l’anno, sempre vicini ai colori rossoblù. Adesso bisogna guardare al futuro, tenendo conto di aver costruito una grande società, che mi auguro vada avanti al di là della mia permanenza. Di sicuro c’è da parte mia la volontà di proseguire nel progetto “Afragolese” ed i prossimi 15 giorni saranno importanti in tal senso. In questo lasso di tempo bisogna valutare se c’è la volontà da parte dei vecchi sponsor di continuare ad affiancare l’Afragolese e parallelamente si verificherà se ci sono le condizioni per ulteriori ingressi di nuovi sponsor e nuovi soci all’interno della società. Inoltre bisognerà capire la situazione dello stadio “Moccia” alla luce dei lavori di adeguamento in vista delle Universiadi del prossimo mese di luglio. Verso la fine della prossima settimana sarà indetta una conferenza stampa nella quale si chiariranno diversi aspetti legati al futuro, come l’inaugurazione della nuova sede sociale, la creazione di una scuola calcio ed il proseguimento del progetto, a prescindere dalla mia permanenza. Insomma, l’Afragolese andrà avanti con o senza Raffaele Niutta perché quest’anno abbiamo creato basi solide per il futuro. A me non resta che ringraziarvi ancora una volta e chiedervi di stare sempre vicino all’Afragolese come avete sempre fatto.

Vi voglio bene,

il vostro presidente Raffaele Niutta

P.s. Non sono terminati qui i ringraziamenti perché un capitolo a parte meritano tutte quelle persone che fanno parte dell’Afragolese. Ringrazio ad uno ad uno tutti i calciatori. Grazie infinite a mister Giovanni Masecchia ed al suo staff: al vice Armando Vigorito, al prof. Tommaso Bianco, al preparatore dei portieri Antonio Verdicchio, al match analyst Camillo Liccardi, al massaggiatore Francesco Virgilio, al team manager Luca Mazzarella e grazie al nostro magazziniere Mimmo De Luca. Un ringraziamento particolare va a tutto lo staff societario: al presidente onorario Gennaro Vetromile, ai vicepresidenti Andrea Vetromile e Nicola Fontanella e all’amministratore delegato Marco Guerriero. Grazie al diggi Pietro Cassandro, al diesse Orlando Stiletti, a Vincenzo Tanzillo, segretario e addetto stampa, a Dario Algamage, grafico, videomaker e social media editor. Grazie infinite a quelle persone che hanno dato tanto all’Afragolese senza chiedere nulla in cambio come il nostro “uomo dei contratti” Rosario Silvestro, il nostro tuttofare Giovanni Castaldo, a Enzo, Nicola, Antonio, Luciano e Domenico Bossa, a Carlo Gallo, al giardiniere Gigino Di Maso ed a Mimì. Grazie a Peppe La Rosa, la voce del “Luigi Moccia”, ed ai responsabili del settore giovanile Giacomo Caccavale e Gioacchino Lanzano, al mister Peppe Franchini, al suo secondo Domenico Fiorillo ed a tutti i calciatori della Juniores. Tutti uniti per il bene dell’Afragolese. Grazie ancora a tutti per il gran lavoro svolto e grazie anche a quelle persone che per vari motivi non fanno più parte del club e quindi a Biagio Seno, Achille Tarantino, Domenico Corcione, Pietro Diana, Andrea Marigliano e Livio Scuotto.