Campania - Avanti lo Stasia, sconfitta la Virtus Carano

13.05.2013 09:00 di Redazione NotiziarioCalcio.com  articolo letto 810 volte
Fonte: antonella scippa
© Foto Antonella Scippa
© Foto Antonella Scippa

Dopo 15 giorni Stasia e Carano si ritrovano al ‘De Cicco’ per il primo turno dei playoff regionali: accantonato il 4-1 a favore dei biancoblu nell’ultima di campionato, le due formazioni danno vita ad una partita maschia e tirata, che regalerà emozioni fino oltre al 90’.
Ridisegna completamente la formazione mister Renna, facendo debuttare Vitale e Rega dal primo minuto; i caranesi ritrovano Mastroianni e Mortelliti con Pagliarulo neo tecnico in panchina. Nella prima frazione il gioco è condizionato dal vento e dal campo in condizioni disastrose, le due squadre, così, si studiano andando al tiro solo dalla distanza. Lo Stasia ci prova al 12’ con Rima, che colpisce al volo dal vertice destro dell’area mandando alto; il Carano risponde con un’improbabile conclusione di Mastroianni all’altezza della panchina di casa. Al 22’ Basso guadagna il fondo e serve all’indietro Cangiano, il tiro di piatto supera la traversa. Ancora anastasiani in attacco con Castiglione che serve Mollo, sponda di testa per Scippa, Ferrara anticipa. Al 37’ Rima scaglia un siluro che Romagnini devia coi pugni, Scippa raccoglie di testa ma fa la barba al palo. Basso da fuori area e Sardo da posizione defilata provano gli ultimi sterili assalti prima del rientro negli spogliatoi.
La ripresa si apre con un cross teso di Sardo che Scippa devia di testa, Romagnini ci arriva di mano spedendo in angolo. Il portiere casertano si oppone magistralmente anche sul diagonale di Basso, Rima raccoglie, la mira è alta. Rima batte a rete anche dal limite, il suo rasoterra è preda del portiere in due tempi. Lo Stasia insiste in area avversaria con Rima che riceve palla davanti alla porta, prova a girarsi ma viene agganciato e tirato giù. L’arbitro decreta il rigore che lo stesso Rima trasforma. Gli anastasiani non si accontentano e vanno alla ricerca del raddoppio: bella la triangolazione fra Rima, Scippa e Sardo, ma Romagnini si allunga a salvare la porta. Al 24’ si fa rivedere il Carano con una punizione di Gagliano terminata oltre il secondo palo. Non ha miglior fortuna Mastroianni con un bolide dal limite, su cui Vitale esce di pugno. Al 39’, però, l’estremo difensore biancoblu  non trattiene la sfera su punizione di Mastroianni ed i caranesi trovano il pareggio. Pastore cerca subito di riportare in vantaggio i suoi, la sua conclusione è fuori misura. Al 41’ proteste ospiti per un presunto tocco di mano in area, l’arbitro fa proseguire, Pastore fa partire Scippa che viene placcato in malo modo da Del Franco lungo la linea laterale. Gli animi si infiammano ed il gioco si ferma tra qualche parola e qualche spintone di troppo. A farne le spese Di Costanzo da un lato e Del Franco dall’altro, entrambi puniti col rosso diretto. Dopo 4’, si riprende a giocare dalla punizione fischiata per il fallo su Scippa: palla in area, Scippa ribattuto ancora una volta da Romagnini, Pastore murato, ma arriva Mollo a buttarla dentro, facendo esplodere giocatori e tifosi biancoblu. Si continua a giocare fino al 52’ ma il risultato non cambia, lo Stasia accede alla finale dove incontrerà il Volla.

Stasia Soccer – Virtus Carano 2-1

STASIA: Vitale, Rega, Castiglione, Basso (13’st Pastore), Aliperta, Mollo, Sardo, Di Costanzo, Scippa, Rima (47’st Foglia), Cangiano (33’st De Falco). A disp: Corporente, Piccolo, Di Sabato, Gioielli. All: Renna
V. CARANO: Romagnini, Iandico, Morrone, Mastroianni, Del Franco, Ferrara, Cavezza, Varone E. (8’st Mortelliti), Gritti (30’st Cirelli), Reppucci, Gagliano. A disp: Amoroso, Picazio. All: Pagliarulo.
ARBITRO: Lorenzin di Castelfranco Veneto – ASSISTENTI: Minichino di Castellammare e Pirone di Torre Annunziata
MARCATORI: 8’st rig. Rima (S), 38’st Mastroianni (VC), 46’st Mollo (S)
NOTE: Ammoniti Mollo (S), Del Franco, Indico, Ferrara, Reppucci (VC). Espulsi al 43’st Di Costanzo (S) e Del Franco (VC). Recuperi 1’ e 7’. Angoli 3-1 per lo Stasia. Fuorigioco 6-1. Spettatori 200 circa.