Chieti, il diesse Trovarello: "Dobiamo temere solo noi stessi..."

Eccellenza Abruzzo
09.11.2018 15:30 di Massimo Poerio  articolo letto 185 volte
Chieti, il diesse Trovarello: "Dobiamo temere solo noi stessi..."

Mancano tre giorni alla supersfida di domenica che metterà di fronte al “Guido Angelini” il Chieti e il Sambuceto, tornato al comando della classifica in coabitazione con il Capistrello a quota 24 punti. I neroverdi inseguono Lalli e compagni a due lunghezze a quota 22.

Un match fondamentale in chiave primo posto, molto atteso tra gli addetti ai lavori. La squadra, agli ordini di mister Lucarelli, continua a prepararsi con il piglio giusto per farsi trovare al top della forma.

Nella partitella classica del giovedì tutti a disposizione, eccetto Tato, fermo ai box per un infortunio alla caviglia che gli impedirà di scendere in campo domenica. Rientrati a pieno regime gli attaccanti Stefano Miccichè, Mattia Rodia pronti a trascinare il Chieti verso un successo che darebbe un’iniezione di fiducia notevole, oltre che a dare un segnale di forza al campionato. Verso il completo recupero Francis Delgado tornato nella giornata di oggi a lavorare con il gruppo.

Il direttore sportivo Omar Trovarello, intanto, parla del match contro i viola e carica l’ambiente di fede neroverde:

“Domenica è una partita da vincere a tutti i costi – spiega Trovarello – il mister, insieme alla squadra, stanno preparando questa sfida nel migliore dei modi e speriamo di affrontare con il piglio giusto quest’incontro cercando ovviamente di centrare i tre punti”.

Come si sta preparando il gruppo a quest’incontro fondamentale per il vertice?

“Direi bene. Questa è una rosa di ragazzi forti e di giocatori validi dal primo all’ultimo. Purtroppo le defezioni ogni settimana non mancano: l’infermeria è quasi sempre piena ma di certo chi scenderà in campo darà il 100% perché le motivazioni sono tante per questa sfida. Sono convinto che possiamo vincere e finalmente arrivare in vetta, aspettando sempre l’esito degli altri risultati. Il Sambuceto è una compagine forte in ogni reparto: oltre Lalli, può contare sull’esperienza di Tiziano Beniamino altro ex neroverde che ha giocato con noi nel campionato di Eccellenza 2007/2008, e di Selvallegra. Anche per loro sarà un gradito ritorno. Senza dimenticare la dinamicità di Criscolo. Mi aspetto anche una bella cornice di pubblico che sicuramente ci inciterà nell’arco dei 90’ minuti”.

Per concludere uno sguardo al campionato. Capistrello e Sambuceto in vetta, poi Chieti, Torrese e Spoltore. Qual’è la squadra che secondo te può dar fastidio nella corsa al primo posto?

“Dobbiamo temere solo noi stessi. Se facciamo quello che sappiamo fare e non ci complichiamo la vita da soli sia in campo che fuori la spunteremo e arriveremo dove ci siamo prefissati di arrivare all’inizio della stagione”.