Domani il Trento prova a vincere la Coppa vinta già tre anni fa

13.12.2019 19:30 di Giovanni Pisano   Vedi letture
Fonte: AC Trento
Domani il Trento prova a vincere la Coppa vinta già tre anni fa

Dopo aver conquistato il titolo provinciale, superando in finale il Mori Santo Stefano con un roboante 6 a 1, il Trento vuole mettere un altro prestigioso trofeo in bacheca. Sabato pomeriggio (calcio d'inizio alle ore 14.30), sul manto in erba sintetica del Centro Sportivo "Galizia" di Laives, la squadra di Flavio Toccoli affronterà il San Giorgio nella gara "secca" che assegnerà la Coppa Italia regionale 2019 - 2020. Le due squadre si troveranno nuovamente di fronte a tre settimane di distanza dalla sfida in campionato che ha visto i gialloblù espugnare il campo di Brunico per 2 a 0 grazie alle reti di Caporali e Sottovia.

Sarà sfida "unica": in caso di parità al termine dei tempi regolamentari verranno disputati due supplementari da 15' ciascuno e, nell'ipotesi di ulteriore equilibrio, saranno effettuati i calci di rigore.

Dirigerà l'incontro il signor Riccardo Boiani della sezione di Pesaro, coadiuvato dagli assistenti arbitrali Dejvid Madzovski e Alessandro Salerno, entrambi appartenenti alla sezione di Bolzano.

In campo.
Mister Flavio Toccoli potrà disporre dell'intero organico.

I nostri avversari.

L'Amateur Sport Club Sankt Georgen (in italiano: San Giorgio) è stato fondato nel 1964 come espressione calcistica della polisportiva che ha sede nella frazione del comune di Brunico. Dopo quasi quarant'anni nelle serie minori, nel 2002 il San Giorgio sale in Eccellenza. La società altoatesina disputa nove campionati regionali e nel 2011 acquisisce la promozione in serie D, categoria nella quale resta per due stagioni: dopo aver conquistato la salvezza nel girone C, in seguito alla doppia sfida playout contro il Montecchio Maggiore, al termine del campionato 2012 - 2013 fa invece ritorno in Eccellenza.

La seconda promozione è storia recente, visto che a maggio 2018 il San Giorgio ha vinto la Coppa Italia Dilettanti, accedendo così di diritto al campionato di serie D, dove è rimasto però solamente per una stagione, retrocedendo al termine dello scorso campionato dopo la sfida playout contro il Belluno. Gli altoatesini hanno vinto per quattro volte la Coppa Italia regionale (2006, 2013, 2014 e 2017) e per altrettante il trofeo provinciale (2013, 2014, 2015, 2017).

Sulla panchina del San Giorgio siede per l'undicesima stagione l'esperto allenatore Patrizio Morini. Gli elementi di spicco dell'organico sono i difensori centrali Benjamin Althuber e Gabriel Brugger, quest'ultimo classe 91, che ha al proprio attivo tre stagioni in serie C con l'Alto Adige (15 presenze complessive) e già in serie D con San Giorgio, Mezzocorona e Levico Terme, i centrocampisti Michael Cia (ex Alto Adige - sette stagioni in biancorosso - , Sambenedettese, Triestina, Albinoleffe, Benevento, Como e Pisa) e Martin Ritsch e l'attaccante Alessio Orfanello, questi ultimi due capocannonieri degli altoatesini in campionato con sei reti ciascuno.

Oggi gli altoatesini saranno privi del centrocampista Philipp Piffrader, fermato per un turno dal Giudice Sportivo.

I colori sociali del San Giorgio sono il rosso e il nero.

Gli ex della partita.
Nessun ex tra campo e panchina.

I precedenti.
Trento e San Giorgio si sono affrontate complessivamente ben tredici volte, sei in ambito nazionale (serie D), sette in Eccellenza.

In ambito regionale il bilancio è decisamente favorevole alla compagine gialloblù con 5 vittorie (andata e ritorno nelle stagioni 2016 - 2017 e 2009 - 2010 e la sfida d'andata dell'attuale stagione, terminata 2 a 0 con reti di Caporali e Sottovia) e 2 pareggi (andata e ritorno nel campionato 2013 - 2014) e anche in Quarta Serie il computo complessivo premia gli aquilotti, capaci di conquistare 4 successi (2 nel campionato 2012 - 2013 e 2 nella passata stagione, sia in Coppa Italia che nella gara di ritorno in campionato), a fronte di un pareggio (nel match d'andata della scorsa stagione) e di una sola sconfitta (ai calci di rigore nel turno preliminare di Coppa Italia della stagione 2012 - 2013).

Il percorso delle due formazioni in Coppa Italia.
Il Trento ha raggiunto l'ultimo atto della manifestazione dopo aver superato a punteggio pieno il girone di qualificazione, nel corso del quale ha piegato, nell'ordine, il Volano (5 a 0), l'Fc Rovereto (5 a 1) e l'Alense (1 a 0). Nei quarti di finale i gialloblù hanno eliminato l'Anaune Val di Non (2 a 0 all'andata e 4 a 0 al ritorno), mentre in semifinale hanno avuto ragione della ViPo Trento (1 a 0 e 1 a 1).

Nella finale provinciata, disputata sabato 7 dicembre allo stadio "Mario Lona" di Lavis, la squadra di mister Flavio Toccoli ha superato nettamente il Mori Santo Stefano: 6 a 1 il risultato finale con tripletta di Sottovia, doppietta di Pietribiasi e gol di Caporali.

Il San Giorgio, invece, ha vinto il proprio triangolare di qualificazione superando Naturno e Albes, per poi eliminare Weinstrasse Sud (3 a 0) negli ottavi di finale, San Martino Moso (3 a 1) nei quarti e il Brunico (3 a 2) in semifinale. Nella finale altoatesina, giocata sabato scorso a Bressanone, i rossoneri hanno battuto per 2 a 1 il Termeno grazie alle marcature di Cia e Simon Harrasser.