Dopo 50 gol in due anni, Akkari lascia la Sestrese: "Accolto come un figlio, due anni stupendi"

04.06.2020 20:00 di Redazione NotiziarioCalcio.com Twitter:    Vedi letture
Dopo 50 gol in due anni, Akkari lascia la Sestrese: "Accolto come un figlio, due anni stupendi"

L’indiscrezione era nell’aria da giorni, ma a confermare la separazione tra la Sestrese e Sedki Akkari è il giocatore stesso. Contattato telefonicamente, Akkari ringrazia e saluta quella che forse è stata la squadra più importante della sua carriera dilettantistica.

Sedki, è arrivato il momento dell’addio.

“Alla fine sì, anche se è difficile. Sono stati due anni stupendi, ho segnato 50 gol in due anni. Un gruppo bellissimo che ha riportato la Sestrese in Eccellenza e ha riempito gli spalti. Non si vedevano più di 1000 persone al Piccardo da anni, abbiamo infuocato la piazza. La Sestrese mi ha accolto come un figlio, mi ha fatto capitano da subito e penso e spero di aver ripagato la fiducia di tutti. Una menzione particolare per D’Acierno, Catania e per Corrado Schiazza, l’allenatore che mi ha fatto rendere di più in assoluto.”

La Sestrese è stata la squadra più importante della carriera dilettantistica?

Sì, insieme al Borgorosso. Ma qui ho vissuto un’esperienza da protagonista unica.

Un messaggio per i tifosi della Sestrese?

“Non è un addio, ma un arrivederci. Le nostre strade si incontreranno di nuovo, ne sono sicuro. Resto un tifoso della Sestrese e, quando sarà possibile, andrò a sostenerla sugli spalti.”

E ora dove andrai? Circola il nome della Praese…

“Con la Praese ci sono stati alcuni contatti, è vero. Ma non c’è nulla di certo o di ufficiale. Per ora solo una chiacchierata con un amico…”