Folgore Rubiera San Fao, domenica scontro con il Castelvetro

Eccellenza Emilia Romagna
20.09.2019 09:00 di Ermanno Marino   Vedi letture
Folgore Rubiera San Fao, domenica scontro con il Castelvetro

Folgore Rubiera San Fao di nuovo alla ribalta: la formazione allenata da Alessandro Semeraro si appresta ad affrontare un nuovo impegno ufficiale, animata dalla chiara intenzione di centrare quella che sarebbe la terza vittoria consecutiva tra campionato e Coppa.
Nella fattispecie, domenica prossima 22 settembre si scenderà in campo per la quarta giornata del campionato di Eccellenza: a partire dalle ore 15.30 i biancorossoblù saranno protagonisti del duello interno con il Castelvetro, compagine che fin qui non ha ancora raccolto punti. In questi giorni, lo stadio "Valeriani" di Rubiera è indisponibile a causa dei lavori legati alla risemina del campo: quindi, come più volte annunciato nei giorni scorsi, la sfida casalinga contro i modenesi si disputerà sul campo "Argeo Bagnoli" di Villa Bagno.

"La vera Folgore non è quella vista contro l'Arcetana lo scorso 8 settembre, e credo che sia ormai chiaro a tutti - osserva l'esperto difensore rubierese Francesco Tognetti - Al di là dei meriti che i biancoverdi hanno saputo evidenziare, in quell'occasione noi abbiamo completamente sbagliato atteggiamento: sia sul piano caratteriale, sia per il fatto di avere male applicato le indicazioni di mister Semeraro. Ad ogni modo, io non ho mai avuto particolari preoccupazioni: in fin dei conti siamo soltanto nelle primissime fasi della stagione, e peraltro ero davvero convinto che quella prova sarebbe rimasta niente di più che un caso isolato. Le due prestazioni successive hanno puntualmente confermato ciò che pensavo: la vittoria di Coppa contro l'Arcetana e quella di campionato sulla Cittadella nascono infatti dalle prove di notevole spessore che abbiamo saputo fornire. Quando questa Folgore mostra il proprio volto più autentico, tutti faticano davvero parecchio contro di noi".

In particolare, Tognetti, quali sono gli aspetti che hanno maggiormente propiziato il successo sul campo della Cittadella Vis San Paolo? Non era affatto uno 0-3 così scontato, specie considerando che i modenesi provenivano dal blitz di Bagnolo...
"L'affermazione maturata al "Botti" può dirsi pienamente meritata. Siamo stati capaci di dettare legge per tutto il tempo, contro un'avversaria che peraltro è sicuramente di valore: il loro acuto contro la Bagnolese ne rappresenta una visibile testimonianza. La Folgore ha giocato e convinto per tutto il tempo: Milos Malivojevic, Sasà Greco e Federico Lugli sono stati abilissimi e molto astuti nel trovare la via del gol, concretizzando al meglio l'ottimo lavoro svolto da ciascuno degli 11 in campo. In buona sostanza, si tratta di una sfida che ci autorizza a guardare con ottimismo agli impegni futuri: un'ulteriore iniezione di fiducia di cui avevamo davvero bisogno, anche perchè domenica saremo confrontati con un altro duello ricchissimo di insidie".

Dando un'occhiata alla classifica, la Folgore Rubiera San Fao non dovrebbe avere grossi problemi: il Castelvetro è ancora al palo, e per giunta mister Cattani dovrà ancora fare a meno di Torlai...
"Ed è proprio qui che sta l'errore. Il Castelvetro non va per niente sottovalutato, innanzitutto perchè i biancoazzurri saranno ampiamente motivati nel cercare di smuovere la propria classifica. Inoltre, la formazione modenese dispone di un organico che vale decisamente di più rispetto all'ultimo posto: i prossimi avversari ci metteranno di fronte a un mix di tecnica e agonismo che sarà davvero difficile da arginare. Tutto questo senza dimenticare che anche noi saremo costretti a fare i conti con le assenze, forse ancora di più rispetto al Castelvetro. Nelle nostre file mancheranno ancora gli infortunati Niccolò Vena, Luca Bassoli e Mattia Spezzani: saremo inoltre privi di Alessandro Porrini, che sconterà il suo secondo e ultimo turno di squalifica. Poi, ultimo ma non ultimo aspetto, va sottolineato che siamo nelle primissime fasi dell'annata: di conseguenza le squadre non hanno meccanismi perfettamente collaudati, e i rapporti di forza tra le varie compagini sono ancora tutti da stabilire. Proprio per questo, il mese di settembre è tra i periodi dell'anno calcistico che più si presta a risultati totalmente imprevedibili".

E dunque, quali saranno le strategie da seguire per salire a quota 9 in classifica?
"Ritengo che la ricetta sia molto semplice da disegnare, almeno con le parole. Quando seguiamo con attenzione le indicazioni di mister Semeraro, la Folgore Rubiera San Fao risulta quasi sempre vincente: al contrario, quando caliamo dal punto di vista della concentrazione e della tenacia, arrivano sconfitte come quella con l'Arcetana di cui parlavo prima. La carta vincente per battere il Castelvetro sta quindi nell'applicare con minuziosa precisione tutto ciò che studiamo e sperimentiamo in allenamento: ovviamente si tratta di un compito che non è sempre così facile, ma io resto fiducioso e ne ho buone ragioni. Per quanto riguarda in particolare il confronto di domenica prossima, tutti noi siamo perfettamente a conoscenza delle elevate difficoltà che troveremo contro il Castelvetro: dunque, questa consapevolezza ci aiuterà ad allontanare il più possibile gli errori di distrazione".