Grosseto, ora bisogna pensare al futuro

Eccellenza Toscana
 di Nicolas Lopez  articolo letto 436 volte
Fonte: il tirreno
Grosseto, ora bisogna pensare al futuro

"La Cuoio ha meritato la vittoria – dice nel dopo gara il presidente del Grosseto, Simone Ceri – Va avanti la squadra migliore. Il Grosseto non è entrato in campo. Non abbiamo mai tirato in porta. Non li abbiamo mai aggrediti, mai cattivi. Mi dispiace per i tifosi, alla fine sono loro che ci rimettono e non lo meritano. Ma per giocare certe partite servono gli uomini e noi, come dissi alla terza giornata, non ne abbiamo».

Parole dure, quelle del numero uno biancorosso, che lasciano immaginare un gran bel cambiamento per la prossima stagione, in cui saranno evidentemente in pochi a rimanere.

«Non abbiamo giocato bene – aggiunge Mario Ceri, patron dei maremmani – fisicamente non abbiamo ripetuto la gara col Poggibonsi. Dovevamo essere più concreti, anche se alla fine, hanno deciso gli episodi. Circa il futuro, cercheremo di fare una squadra più competitiva. La Cuoio, a lungo è sembrata esserci superiore. Di sicuro, è una squadra ben più forte del Poggibonsi. Peccato perché così le speranze di ripescaggio sono quasi nulle. Ripartiremo con acquisti mirati, un diesse che dovrebbe essere Bicchierai e circa Danesi vedremo. Ci incontreremo e ne parleremo».