Lumezzane, Franzini: «Abbiamo tanta voglia... Coppa Italia già alle spalle»

Eccellenza Lombardia
25.09.2021 16:45 di Anna Laura Giannini   vedi letture
Lumezzane, Franzini: «Abbiamo tanta voglia... Coppa Italia già alle spalle»

il Lumezzane scenderà in campo per la seconda giornata di campionato contro la Pro Palazzolo. Reduce dalla sconfitta in campionato contro il Vobarno per 1-2, la Pro Palazzolo ha però ben figurato nelle prime uscite stagionali conquistando, infatti, il pass per i sedicesimi di finale di Coppa Italia grazie al pareggio nel turno infrasettimanale contro la Valcalepio.

Mancano ancora punti in campionato che proverà a strappare domenica al Lume di mister Franzini che si trova invece nella condizione opposta: mancato passaggio del turno in Coppa Italia, ma esordio vincente in campionato in trasferta contro la Forza e Costanza. I rossoblù hanno dunque subito l’occasione per rispondere alla sconfitta subita in coppa contro il Rovato e dare continuità al percorso in campionato.

L’incontro si disputerà a Lumezzane presso lo Stadio “Tullio Saleri”.

La partita sarà diretta dall’arbitro Daniele Dell’Oro della sezione di Sondrio, assistito dagli guardalinee Pietro Tinelli della sezione di Treviglio e Jean Christophe Molino della sezione di Brescia. Fischio d’inizio alle ore 15:30.
 

Queste le parole del tecnico Arnaldo Franzini: «Abbiamo tanta voglia di tornare a giocare nostro stadio e fare una grande prestazione. Le sensazioni di attesa sono bellissime, il campo è davvero spettacolare e non vediamo l’ora di scendere in campo. La partita di Coppa Italia è già alle spalle. Sapevamo che sarebbe stata una partita difficile, ci abbiamo provato ma non è andata bene. Il giorno dopo avevamo già la testa alla partita contro la Pro Palazzolo perché dobbiamo pensare alle partite che verranno. Gli avversari di domenica hanno fatto un buon pre campionato, sono passato in Coppa Italia e hanno perso soltanto l’esordio in campionato. Sarà una partita complicata come tutte le partite di questo campionato perciò la speranza è che in tribuna ci possano essere tante persone a sostenerci».