Picciola, tris al Sant'Agnello

Eccellenza Campania
15.04.2018 23:15 di Anna Laura Giannini  articolo letto 51 volte
Fonte: giovanni minieri
Picciola, tris al Sant'Agnello

Termina con una sconfitta l’ultima trasferta stagionale del Sant’Agnello, che con una formazione composta da ben 7 under in campo dal primo minuto, cade sotto i colpi della Picciola in piena lotta per il miglior piazzamento utile in chiave play-out. Bastano solo 30 minuti ai padroni di casa per mettere in ghiaccio il match, prima di calare il tris sfruttando un tiro-cross che beffa il portiere costiero.

La Picciola sfiora subito il vantaggio con una conclusione dal limite di Barbarisi, poi De Maio ci mette la zampa su un cross dalla destra che taglia tutta l’area di rigore: delizioso tocco di esterno che sfiora la traversa a Zurino battuto. Al 12’ si fa vedere il Sant’Agnello con un guizzo di Santoro, che va via secco a Di Giacomo, cross teso per l’inserimento di Veniero ma Trezza fa buona guardia allontanando la minaccia. 360 secondi più tardi la squadra del mister Villecco mette la freccia: corner dalla sinistra di Sabatino e perentoria inzuccata di De Maio che infila Zurino sul palo più lontano. Il Sant’Agnello prova a reagire con un siluro di Panariello dalla lunga distanza, ma è soltanto un fuoco di paglia perché la compagine salernitana trova ben presto i raddoppio con una potente conclusione di Merola, lasciato troppo libero di caricare il tiro mirando all’angolino più lontano. Al 37’ Veniero mette i brividi a Olivieri con un destro velenoso che scheggia la traversa, poi Santoro si fa trovare pronto a sfruttare una respinta difettosa delle difesa su spiovente di Serrapica, ma il colpo di testa da posizione defilata termina la propria corsa sul fondo.

Al 62’ il Sant’Agnello si fa pericoloso su palla inattiva: De Riso resiste ad una carica, si fa strada con il fisico all’interno dell’area di rigore salernitana, e riesce a girare di testa su corner di Serrapica senza trovare l’angolo giusto per impegnare il portiere. Poco dopo Malafronte salva in due tempi su Barbarisi, ma è soltanto il preludio alla terza rete della Picciola che mette i titoli di coda al match. Mercogliano vince un duello in velocità, va via lungo la linea di fondo e fa partire un tiro-cross che sorprende tutti beffando anche l’estremo difensore santanellese. Al 75’ Olivieri si oppone a una conclusione a giro di Veniero, quindi autentico miracolo di Malafronte che alza sopra la traversa la sassata di Barbarisi destinata sotto la traversa. L’ultima azione è di marca costiera, con Ferrara che in progressione diventa imprendibile: la conclusione sull’uscita del portiere è sfortunata poiché si stampa solamente sulla base del palo. 

PICCIOLA – SANT’AGNELLO 3-0

Marcatori: 18' pt De Maio, 30' pt Merola, 30' st Mercogliano.


PICCIOLA: Olivieri, Avagliano (1' st De Matteis), Zottoli, Sabatino (12' st Mercogliano), Di Giacomo, Trezza, Barbarisi (31' st Delle Serre), De Trizio, Merola (1' st Salese), Maisto, De Maio. 
All.: Villecco.


SANT’AGNELLO: Zurino (1' st Malafronte), Perna (40' pt Ferro), De Riso, Carrano (33' st Alfano), D'Esposito (10' st La Via), Vanacore, Veniero, Panariello, Santoro (27' st Ferrara), Serrapica, Aiello. 
All.: Nardo.


Arbitro: Sig. Francesco D’Andria della Sezione AIA di Nocera Inferiore (Manfredini/Minichello)

Note: Corner: 5-2. Recupero: 0’ pt, 0’ st.