Poggibonsi, Mariotti: "Non dobbiamo preocuparci di ciò che accade..."

Eccellenza Toscana
27.02.2020 20:30 di Anna Laura Giannini   Vedi letture
Poggibonsi, Mariotti: "Non dobbiamo preocuparci di ciò che accade..."

Conferenza stampa in casa Poggibonsi. A parlare è il capitano Alessio Mariotti. Di seguito le dichiarazioni del calciatore giallorosso.

“Siamo entrati nella fase cruciale della stagione. Mancano sei partite, sei finali dove capiremo di che pasta siamo fatti. Il primo obiettivo del Poggibonsi rimane la salvezza; se poi arriverà qualcosa in più, sarà tutto di guadagnato. La società è sempre stata chiara nel fissare come priorità la permanenza in categoria. Il potenziale di questa squadra è di buon livello. Abbiamo commesso degli errori, ma abbiamo anche tenuto testa a compagini partite per vincere il campionato. A dicembre la nostra rosa ha conosciuto una mezza rivoluzione. Faccio parte del mondo del calcio da qualche anno ed i cambiamenti degli organici sono all’ordine del giorno. Un ragazzo più giovane, nel vedere una squadra mutare radicalmente fisionomia quando si trova in buona posizione di classifica, può rimanere spiazzato. Il calcio è questo e le società sono fatte appositamente per assumere questo tipo di decisioni.
Noi tesserati dobbiamo svolgere il nostro lavoro senza preoccuparci di ciò che accade attorno, perché non è di nostra competenza. Da capitano ho sempre provato ad essere un esempio silenzioso, mostrando ai ragazzi come ci si deve comportare. Il lavoro non è stato gravoso, perché i membri di questo gruppo condividono valori puri. Chi vuole far carriera nel mondo del calcio deve assumere determinati atteggiamenti. Questo è l’insegnamento che ho cercato di tramandare. Mister Latini ci conosce da inizio anno ed è sempre stato uno di noi. E’ strano adesso vederlo come primo allenatore, ma abbiamo sempre portato il massimo rispetto per la sua figura. E’ un professionista ed una persona chiara e diretta. Sta cercando di aiutarci sul piano della tranquillità. A Sinalunga abbiamo disputato una grande partita, anche se il risultato non ci ha sorriso; dunque vogliamo reagire il prima possibile.
Domenica riceviamo un Valdarno che ha dimostrato anche all’andata di essere una formazione che non molla mai. Sotto di due goal e di un uomo ci ha riacciuffato nel punteggio. Sarà una sfida fatta di agonismo; il risultato potrà cambiare anche all’ultimo istante, dato che entrambi ci affronteremo a viso aperto. A preoccuparmi è solamente il nostro atteggiamento. Fini qui il Poggibonsi ha determinato l’esito del 90% delle gare giocate. Sta a noi decidere in che posizione vogliamo arrivare. Non dobbiamo prendere in considerazione l’eventualità che per l’emergenza coronavirus il campionato possa essere fermato. Se non ci allenassimo con la testa giusta, arriveremmo con la mente scarica alla partita contro il Valdarno. Vorrei manifestare il nostro dispiacere per le persone contagiate e soprattutto per coloro che non ce l’hanno fatta".