San Giorgio, per i play off decisivi gli scontri diretti

Eccellenza Veneto
22.03.2019 22:00 di Nicolas Lopez   Vedi letture
Fonte: corriere delle alpi
San Giorgio, per i play off decisivi gli scontri diretti

I recenti pareggi contro Union Pro e Real Martellago (quest'ultimo domenica scorsa: un beffardo 1-1 subìto in pieno recupero) e la sconfitta con l'Istrana hanno fatto scivolare il San Giorgio Sedico fuori dalla zona playoff. In questo momento, infatti, nonostante il quinto posto in classifica, i biancorossocelesti non disputerebbero gli spareggi-promozione a causa del distacco troppo elevato (9 punti) dalla seconda in classifica, il Liapiave. Domenica prossima, però, i sedicensi resteranno alla finestra e osserveranno il loro turno di riposo. Proveranno ad approfittarne le dirette rivali: il Liapiave ospiterà il Mestre (in questo caso il risultato più favorevole ai bellunesi sarebbe probabilmente un pareggio), la Calvi Noale riceverà il Carenipievigina. «Domenica - ricorda l'allenatore del San Giorgio Sedico Mauro Fin - purtroppo abbiamo raccolto un pari che non ci soddisfa. Al 94’, su un calcio piazzato, un corner, abbiamo preso il gol del pareggio. Eravamo andati in vantaggio ed avevamo avuto delle occasioni per raddoppiare. Non era il risultato che volevamo. Ma certo, se hanno fatto gol è stato per un errore nostro». I sedicensi torneranno dunque in campo fra una decina di giorni, nel match interno contro la capolista. «Abbiamo due settimane di tempo - prosegue l'allenatore Fin - per preparare la partita casalinga con la Luparense. Ben venga, alla ripresa, una sfida difficile come quella contro la capolista. Abbiamo due settimane per prepararla bene. Faremo di tutto per vincerla, perché adesso è evidente che dobbiamo sempre cercare di ottenere il massimo risultato contro chiunque. Abbiamo la fortuna di affrontare in casa sia la Luparense, sia il Liapiave all’ultima giornata. E questo speriamo possa essere un fattore positivo per noi. In questo momento saremmo fuori dai playoff per la regola dei sette punti di distanza tra la seconda e la quinta in classifica, pertanto dobbiamo cercare di recuperare questo svantaggio ». A cinque giornate dalla fine, dunque, i bellunesi necessitano di ridurre il ritardo dalle squadre che li precedono in classifica (ritardo che potrebbe aumentare alla luce dei risultati di domenica prossima) per centrare l'obiettivo minimo stagionale, ovvero la qualificazione ai playoff. «A livello di prestazioni - commenta infine l'allenatore - abbiamo disputato molte partite positive. Purtroppo, per tanti episodi, i risultati non ci hanno soddisfatto molto ed abbiamo perso molti punti per strada. Penso in particolare ai pareggi con l’Union Pro, con l’Union QdP e con il Real Martellago domenica. Abbiamo perso per strada sei punti che, se avessimo in questo momento, ci permetterebbero di lottare in piena zona playoff».