UFFICIALE: Arcetana, in attacco ci sarà ancora Sasà Greco

Eccellenza Emilia Romagna
05.08.2020 21:00 di Redazione NotiziarioCalcio.com Twitter:    Vedi letture
UFFICIALE: Arcetana, in attacco ci sarà ancora Sasà Greco

Durante la passata stagione agonistica, l'esperienza di Salvatore "Sasà" Greco con la maglia dell'Arcetana si è rivelata piuttosto breve: il suo approdo in biancoverde risale infatti al dicembre 2019, ossia due mesi prima dello stop generale causato dall'allarme Coronavirus. Tuttavia, il goleador nativo di Cariati ha saputo distinguersi anche in quel periodo di tempo così limitato: l'esperto attaccante classe 1980 è sùbito diventato un vero punto di riferimento per tutto l'organico, e di certo sarà così pure nel prossimo campionato di Eccellenza.

"Sono felicissimo di rimanere qui, in primo luogo per dare continuità al pregevole cammino che stavamo portando avanti nel 2019/2020 - spiega il diretto interessato - Inoltre questa nuova Arcetana si presenta in buona parte simile a quella dello scorso anno, e ciò rappresenta sicuramente un ulteriore valido motivo per restare. All'interno dell'ambiente biancoverde mi sono trovato molto bene fin da sùbito: giocatori, staff tecnico e società hanno lavorato con un entusiasmo e un affiatamento davvero unici, costruendo così ottime basi per fare bene. Di conseguenza, l'Arcetana non poteva che essere la mia prima scelta - rimarca Greco - La prospettiva di ritrovare gran parte dei miei compagni di squadra è senza dubbio gratificante: sono convinto che il nostro gruppo abbia le carte in regola per continuare a lavorare con grande efficienza, coniugando al meglio la serietà del lavoro quotidiano con la dimensione del divertimento che il calcio sa dare. Tutto ciò senza ovviamente dimenticare i nuovi acquisti: elementi di spessore, che di certo potranno avere un ruolo di primo piano nel rinforzare le nostre speranze in termini di rendimento".

Prima di descrivere nel dettaglio i possibili traguardi che l'Arcetana potrà raggiungere, Sasà Greco non manca di soffermarsi sul capitolo riguardante formule e campionati della prossima stagione. Come annunciato oggi dal comunicato della Figc regionale, l'intenzione di massima sta nel costruire tre gironi di Eccellenza da 14 squadre ciascuno: la prima giornata dovrebbe disputarsi la prima domenica di ottobre, mentre a fine settembre è previsto il via della Coppa Italia. 

"Come è ovvio che sia, l'Arcetana sarà pronta ad affrontare qualsiasi regolamento - sottolinea Greco - Tuttavia, ciò non mi impedisce di avere opinioni personali in merito all'organizzazione dell'annata 2020/2021. Nella fattispecie, io continuo a sperare fino all'ultimo in un ritorno del formato tradizionale con 2 raggruppamenti da 18 squadre: se si dovessero costruire dei gironi da 14, ritengo che l'Eccellenza finirebbe per essere in parte snaturata. Con un calendario così ristretto, l'aspetto del campionato finirebbe per assomigliare a quello di un qualsiasi torneo estivo: chiaramente massimo rispetto per quel genere di manifestazioni, ma l'Eccellenza è un'altra cosa".

"In più - prosegue il bomber biancoverde - penso che l'avvio a ottobre non impedirebbe la formazione di gruppi da 18. Si tratterebbe di giocare 34 turni più gli spareggi: di conseguenza, le condizioni per terminare il programma ben prima del 30 giugno 2021 ci sarebbero. Peraltro lo scorso anno in tanti sarebbero stati disponibili a finire regolarmente i campionati, pure a costo di giocare le partite rimanenti in piena estate: quindi, un'eventuale conclusione delle varie categorie entro la prima metà di giugno non dovrebbe affatto suscitare paure. E' vero che resta l'incognita degli intoppi dal punto di vista sanitario: tuttavia, nel caso di ulteriori sospensioni che nessuno si augura, i problemi di calendario finirebbero per condizionare pesantemente qualsiasi tipo di girone anche a 14".

Comunque sia, stando a voci di corridoio sempre più accreditate, l'Arcetana potrebbe essere collocata nel gruppo A insieme alle altre reggiane: in questo caso il lotto delle altre avversarie comprenderebbe anche le formazioni parmensi e piacentine, forse con l'aggiunta di una o due modenesi. "Le rivali d'oltre Secchia sono quelle che conosciamo meglio, e dunque un girone così composto potrebbe costituire un ostacolo per noi - commenta Greco - Ad ogni modo, nulla di impossibile o trascendentale: con la determinazione e l'accuratezza del lavoro che abbiamo svolto fino a febbraio, sono convinto che l'Arcetana potrà ugualmente suscitare impressioni positive. Molti tra gli addetti ai lavori vedono Piccardo Traversetolo e Vigor Carpaneto tra le maggiori potenze del nostro possibile girone: d'altro canto io preferisco non considerare troppo i pronostici, perchè adesso le previsioni lasciano veramente il tempo che trovano. Per rendersene conto, basti osservare l'epilogo della stagione 2019/2020: a salire in D è stata la Bagnolese, squadra che un anno fa non era assolutamente considerata tra le favorite in ottica primo posto".

L'ottimismo di Sasà Greco in merito all'Arcetana ha solide basi, e trae origine dalla composizione dell'organico. "Lo scorso anno eravamo tra le squadre che segnavano di più - rimarca il navigato bomber - Ora la dirigenza è riuscita a confermare tutto il reparto d'attacco, e ciò rappresenta senz'altro un fattore più che incoraggiante. Per contro, in difesa abbiamo accusato qualche difficoltà di troppo: tuttavia, l'arrivo di Francesco Tognetti e il ritorno di Christian Macca dopo l'infortunio ci porteranno senz'altro a ulteriori miglioramenti in fase di retroguardia. Tognetti è un giocatore d'esperienza e di sicura affidabilità, così come il centrocampista Manuel Cavazzoli: entrambi sono stati a lungo miei compagni di squadra nelle file della Folgore Rubiera, e ora il loro approdo all'Arcetana costituisce un ulteriore valore aggiunto per noi. Sempre a proposito di nuovi arrivi, i giovani si presentano con ottime credenziali - prosegue Greco - Mi riferisco ovviamente a Burani e Minniti, anche loro ex Folgore, senza ovviamente dimenticare l'innesto di Fiorini. In definitiva quest'Arcetana ha i mezzi per costruire un campionato tranquillo e non privo di soddisfazioni, anche grazie all'esperta guida del tecnico Paolo Vinceti e del suo staff".

Intanto, Greco non ha affatto perso lo smalto necessario per continuare a incidere sul rettangolo verde: "In questi mesi mi sono sempre tenuto allenato individualmente - afferma il giocatore - E' ciò che sto facendo anche tuttora, in attesa del raduno previsto per il 2 settembre. La forma fisica sta continuando a darmi risposte positive: ora è difficile stabilire un obiettivo personale in termini di gol, specie se il campionato sarà più breve del solito. Ad ogni modo punterò ugualmente ad arrivare in doppia cifra, anche se il nostro girone di Eccellenza dovesse contare soltanto 26 gare".