UFFICIALE: L'Unipomezia cambia allenatore, via Solimina ed il suo secondo

08.04.2021 16:15 di Redazione NotiziarioCalcio.com Twitter:    Vedi letture
UFFICIALE: L'Unipomezia cambia allenatore, via Solimina ed il suo secondo

Nell’ufficializzare l’interruzione del rapporto con il tecnico Claudio Solimina e il suo secondo Marcello Lomuscio, tutta l’Unipomezia, dal presidente Valter Valle ad ogni singolo giocatore, ringrazia per il grande lavoro svolto due figure che in questi mesi si sono dimostrati uomini di valore ancor prima che grandi professionisti. Con tutti i nostri tifosi e gli amici, ci teniamo a condividere il messaggio che i due allenatori hanno voluto inviarci.

Claudio Solimina: “Purtroppo il Covid ha colpito anche me in maniera importante, per questo è con grande dispiacere che sono costretto a dovermi fermare proprio ora che stavamo per ripartire. Non ci sono molte parole, solo il grande rammarico di non poter lottare insieme alla mia squadra per l’obiettivo della promozione in Serie D. A tutta l’Unipomezia, dal Presidente Valter Valle, ai giocatori e ad ogni singolo membro dello staff tecnico e dirigenziale, auguro di raggiungere il traguardo che ci eravamo prefissati, nella speranza che presto le nostre strade possano incontrarsi nuovamente. Ora per me è il momento di recuperare, ma presto ci rivedremo sui campi di calcio”.

Marcello Lomuscio: “Con grande dispiacere lascio anche io gli splendidi ragazzi che ho conosciuto in questi mesi e una grande società come l’Unipomezia. Sin dal primo giorno il presidente e tutti i membri del club ci hanno fatto sentire a casa mettendoci a disposizione tutto. Quando si inizia un percorso insieme ad uno staff tecnico è giusto che questo termini anche insieme, perciò non ho esitato a seguire la scelta del mister anche se come detto con immenso dispiacere per ciò che si era creato. La salute viene prima di tutto e in questo momento è giusto fermarsi, augurando ai ragazzi e a tutta la società di poter raggiungere quel traguardo che ci eravamo prefissati e che a lungo abbiamo inseguito anche nei mesi di stop, sperando che questo sia soltanto un arrivederci”.