Virtus Avellino, il primo nodo da sciogliere è quello dell'allenatore

Eccellenza Campania
18.05.2018 11:00 di Ermanno Marino  articolo letto 172 volte
Fonte: quotidiano del sud
Virtus Avellino, il primo nodo da sciogliere è quello dell'allenatore

Non prima di metà settimana prossima verrà svelato l’allenatore della Virtus Avellino 2017/2018. Ad oggi avrebbe ottime probabilità di rinnovo il tecnico ex Real Forino, Carotenuto e S. Tommaso Rino Criscitiello, il quale siederebbe così sullo scranno virtussino per la quarta stagione di fila, la seconda consecutiva in Eccellenza.

Sembra quindi svanita la pista importante che portava a Stefano Liquidato. Il trainer baianese ex Frattese, infatti, dovrebbe infatti restare in quel di Nola proseguendo con il sodalizio del presidente De Lucia (ex portiere del Parma, ndr): i bianconeri bruniani, infatti, dopo l’ottimo torneo (finale Coppa Dilettanti persa col Savoia e finale playoff persa ad Agropoli) mirerebbero ad un torneo di alta classifica. Così come, però, la Virtus Avellino che, al di là dell’allenatore, si porrà sicuramente l’obiettivo di primeggiare nel prossimo girone B di Eccellenza. I virtussini quest’anno da neopromossi hanno chiuso in quinta posizione, raggiungendo mesi prima la salvezza diretta e mancando l’acces - so ai playoff solo nell’ultima gara, col Sorrento.

Per quanto riguarda i calciatori dovrebbbero sicuramente rimanere capitan Rega, Alleruzzo, Cucciniello, Viscido e Ripoli. Per quel che concerne, invece, la questione allenatore, tutto sembra portare alla conferma di Criscitiello. In caso contrario, invece, come detto quasi sfumato Liquidato, entrerebbe di piena attualità la pista che porterebbe all’ex Grotta, Cervinara, Montesarchio e Forza e Coraggio Pasquale Ferraro. Meno di una settimana e conosceremo il prossimo condottiero virtussino.