Audace Cerignola, il ds Di Toro a NC: «Urge un punto di riferimento per le società, ne va della regolarità del campionato»

26.11.2020 15:00 di Redazione NotiziarioCalcio.com Twitter:    Vedi letture
Audace Cerignola, il ds Di Toro a NC: «Urge un punto di riferimento per le società, ne va della regolarità del campionato»

La serie D si è fermata per permettere di recuperare buona parte delle oltre 100 partite non disputate finora, ma sono state poche le partite disputate. Ora, in attesa del nuovo protocollo, il campionato di serie D si ferma. La redazione di notiziariocalcio.com ha deciso di sentire il parere di quanti più addetti ai lavori possibile.

Oggi è il turno di Elio Di Toro, direttore sportivo del Cerignola: «Ho sempre pensato di dover ricominciare il 6 dicembre, poiché il Dpcm scade il 3. Certo è che se si dovesse avere la certezza, bisognerebbe avere un equilibrio tra le partite disputate. Auspicherei, poi, una regola che valga per tutti, ovvero rispettare un protocollo adeguato. Non conosco bene le tempistiche, per il nuovo protocollo servono dei passaggi obbligatori; detto ciò, è necessario che ci sia un punto di riferimento per le società, ne va della regolarità del campionato, altrimenti diventa tutto opinabile e soggettivo. Se volessimo essere leali e sportivi, attenendoci alla nostra funzione di sport, dobbiamo essere eticamente portati al rispetto delle regole. L'abolizione del vincolo sportivo? Argomento molto delicato. L'iter è molto lungo, fino ai 25 anni è un po' lunga per i tesserati, ma per le società è una forma di tutela. Bisognerebbe trovare il modo di tutelare le società in fase di formazione, lo reputo giusto; non so in che modo, lo valuteranno gli organi competenti, ma svalutare dei calciatori annualmente dopo aver investito, è un errore. Magari non fino a 25 anni, ma tenere il vincolo fino ad una certa età».