Bitonto, il d.s. Rubini: "Lo stop con l'Agropoli sia una lezione. Il Foggia..."

09.10.2019 17:00 di Giovanni Pisano   Vedi letture
Bitonto, il d.s. Rubini: "Lo stop con l'Agropoli sia una lezione. Il Foggia..."

Il Bitonto è senza dubbio una delle squadre più attrezzate del girone H di Serie D, dopo un mercato molto importante. I neroverdi hanno totalizzato dodici punti in queste prime sei giornate, frutto di quattro vittorie e due sconfitte contro Fasano ed Agropoli. Proprio la sconfitta interna contro i campani pare l'unica macchia di questo primo scorcio stagionale. Ne abbiamo parlato con il direttore sportivo Leo Rubini: "Saremmo degli ipocriti se dicessimo il contrario, la sconfitta in casa con l'Agropoli non ci voleva. Credo, però, ci possa servire da lezione, me lo auguro. Bitonto atteso da un tour de force? Come dico da inizio stagione, tutte le partite sono difficili. Chiaro che i quattro scontri consecutivi contro Cerignola, Taranto, Brindisi e Casarano potrebbero darci ulteriori indizi sulla nostra reale forza. Mercato? Noi siamo sempre vigili. Mister Taurino pensa a schierare gli uomini in campo, io penso a monitorare il mercato, sia in entrata che in uscita. Non li chiamerei accorgimenti, ma siamo disponibili a nuovi ingaggi, come siamo disponibili a far partire quei calciatori che, eventualmente, dovessero farci presente la voglia di cambiare. Un giudizio sul girone? Oggi al comando c'è il Foggia e, onestamente, non me l'aspettavo. Certo, se si guardano i nomi è chiaramente una squadra molto forte; ma sono partiti in ritardo, mi aspettavo più difficoltà. In un modo o nell'altro tutte le big sono lì davanti, compreso qualche sorpresa come il Fasano, che reputo una compagine molto ben attrezzata".