Casale, mister Sesia a NC: «Siamo a -1 dalla vetta, ma il Novara è assolutamente la favorita»

23.11.2021 14:30 di Redazione NotiziarioCalcio.com Twitter:    vedi letture
Casale, mister Sesia a NC: «Siamo a -1 dalla vetta, ma il Novara è assolutamente la favorita»

Il campionato di serie D sta entrando nel vivo e, come di consueto, la redazione di notiziariocalcio.com cerca di dar voce al campionato che, più di tutti, comprende l'Italia intera.

Il protagonista di quest'intervista è Marco Sesia, allenatore del Casale, il quale ci ha cordialmente concesso una chiacchierata, partita dal momento che sta vivendo la sua squadra: «Siamo soddisfatti dell'attuale posizione di classifica, ci manca un punto dalla prima. Nell'ultima gara ho visto davvero una bella squadra, è stato fatto un ulteriore passo avanti ma dobbiamo aumentare ancora intensità e determinazione ma, considerata com'è nata la stagione e il livello del campionato, ritengo che sia stato un ottimo inizio».

Sul girone: «Credo sia molto competitivo, non ha nulla a che vedere con quello dell'anno scorso. Ci sono 4 squadre importanti e forti: Novara, forse la più attrezzata, poi noi, Sanremese, Varese e Derthona, oltre ad outsiders importanti come Gozzano e Chieri, senza dimenticare la sorpresa Borgosesia che gioca davvero bene a calcio. In questo girone ci sono piazze importanti, allenatori preparati e investimenti corposi. Il Novara è assolutamente la favorita, anche per dov'era fino a pochi mesi fa; hanno preso, poi, un attaccante come Vuthaj che, tra l'altro, sta andando oltre le più rosee aspettative».

Un pregio ed un difetto della squadra: «Il pregio è che cerchiamo di proporre gioco, ci assumiamo dei rischi, giochiamo per vincere tutte le partite con la ricerca di un gioco offensivo che, per me, alla fine paga. Un difetto è che molti calciatori tra i giovani non conoscono bene la categoria e devono capire che la serie D non è solo fioretto ma anche spada: bisogna aumentare il livello di determinazione su contrasti e seconde palle».

Sul prossimo impegno sul campo del Borgosesia: «Partita complicata, loro giocano bene a calcio: sono organizzati, non hanno pressione. Seguono la politica dei giovani, mette in conto che può andare anche male, ma quando si indovinano i giovani bisogna soltanto fare i complimenti alla società ed al loro allenatore».