Casatese, il ds Viganò a NC: «Cinque favorite nel girone B, Seregno su tutte. Tamponi ogni 4 giorni, e ai ragazzi chiedo di...»

15.10.2020 10:00 di Redazione NotiziarioCalcio.com Twitter:    Vedi letture
Casatese, il ds Viganò a NC: «Cinque favorite nel girone B, Seregno su tutte. Tamponi ogni 4 giorni, e ai ragazzi chiedo di...»

Con sette punti in tre gare (di cui due in trasferta), ha iniziato davvero alla grande il proprio campionato la neopromossa Casatese, inserita nel girone B di serie D.

Per capire come la società sta vivendo questo momento, e per conoscere anche le ambizioni del club, abbiamo contattato Fabio Viganò, direttore sportivo del sodalizio lombardo: «Onestamente non mi aspettavo tale inizio, più che altro perché le due trasferte di Desenzano e Franciacorta erano quasi proibitive. Con il Villa Valle in casa sapevo di giocarmela, diciamo che abbiamo fatto 3 punti in più del previsto. Da neopromossi bisogna stare con i piedi per terra, il nostro obiettivo resta la salvezza, ma ho visto una squadra finora che ci sta bene in questa categoria».

Sulle insidie del girone B: «Non bisogna mai abbassare la guardia, perché saranno battaglia con tutte, non c'è la squadra materasso. Pronostici è inutile farli, se si guarda la classifica ci facciamo meglio. Le favorite? Crema, Fanfulla, Seregno, Desenzano e Franciacorta sono le più attrezzate; su tutte ci metto il Seregno, che ha diversi calciatori che non c'entrano nulla con questa categoria».

La convivenza con il protocollo: «Si tratta di qualcosa di complicato, è diventata dura giocare una partita. La situazione non è rosea, naturalmente applichiamo le regole alla lettera per non avere problemi. Ci siamo allenati il 22 di luglio e, credo, che i risultati di oggi sono legati anche al fatto di aver anticipato i tempi. Non vogliamo di certo rovinare quanto fatto dal 22 di luglio, ma non è semplice, ci sono tantissimi fattori che possono spostare gli equilibri, cosa che non si possono calcolare. Per fortuna abbiamo 4 spogliatoi per la prima squadra, ho chiesto ai ragazzi di venire ognuno con la sua auto e di uscire il meno possibile, ci teniamo che fili tutto liscio. Facciamo un tampone ogni quattro giorni: uno fatto ieri, un altro nel fine settimana, cerchiamo di stare attenti ora che i contagi stanno aumentando. Il presidente per fortuna ci sostiene, ci aiuta economicamente; preferisce spendere qualcosa in più e stare tranquillo».