Cerignola, il ds Di Toro a NC: «In linea con la programmazione, ma la strada è lunga. In vetta vedo...»

25.03.2021 18:00 di Redazione NotiziarioCalcio.com Twitter:    Vedi letture
Cerignola, il ds Di Toro a NC: «In linea con la programmazione, ma la strada è lunga. In vetta vedo...»

La serie D entra nel vivo. Il quarto campionato d'Italia sta vivendo la sua fase cruciale, con le gare che diventano sempre più importanti. Per questo motivo, la redazione di notiziariocalcio.com, sta intervistando esponenti delle società coinvolte in questo finale di stagione.

Il protagonista odierno è Elio Di Toro, direttore sportivo del Cerignola: «Siamo in linea con la nostra programmazione: dovevamo cercare di salvarci e di raggiungere quest'obiettivo il prima possibile. La strada è ancora lunga, dobbiamo spingere per ottenere il massimo valorizzando i nostri giovani, con un calcio che abbia un'identità precisa».

La lotta al vertice del girone H: «Una sfida abbastanza equilibrata, sempre condizionata dai recuperi e che, quindi, è ancora da definire. Ora c'è più continuità, i valori stanno emergendo. Al momento, considerando le partite che mancano, Taranto e Casarano stanno avendo una direzione più precisa, però il Picerno si è rinforzato, Lavello ed Altamura devono recuperare, ma tendenzialmente pare possa delinearsi una lotta a due».

La squadra ed il calciatore che lo hanno impressionato: «Ci sono stati dei valori che hanno sorpreso e che hanno determinato l'equilibro di campionato. Ci sono diverse squadre che hanno fatto bene, vedi Nardò, Altamura, Molfetta, ma forse più di tutti il Lavello ha sorpreso, esprimendo un buon calcio. Per quanto riguarda i calciatori, uno che ha fatto molto bene è Caputo del Nardò, visto che veniva da annate non semplici ed ha, in questo campionato, tirato fuori una stagione importante».