Cynthialbalonga, mister Chiappara a NC: «Vogliamo sempre migliorarci. Campobasso? La migliore che ho affrontato»

30.03.2021 14:30 di Redazione NotiziarioCalcio.com Twitter:    Vedi letture
Cynthialbalonga, mister Chiappara a NC: «Vogliamo sempre migliorarci. Campobasso? La migliore che ho affrontato»

La serie D entra nel vivo. Il quarto campionato d'Italia sta vivendo la sua fase cruciale, con le gare che diventano sempre più importanti. Per questo motivo, la redazione di notiziariocalcio.com, sta intervistando esponenti delle società coinvolte in questo finale di stagione. Il protagonista odierno è Roberto Chiappara, allenatore del Cynthialbalonga: «Abbiamo fatto un buon cammino. Il nostro obiettivo, indipendentemente dalla vittoria di Campobasso, è quello di migliorarsi sempre, seppur non è facile. La rosa è composta da tanti giovani ma, dal mio avvento, posso soltanto essere felice per quanto espresso. Sono soddisfatto, ma non è stato fatto ancora nulla, mancano tante gare e c'è la possibilità di fare ancora meglio, deve essere questo il nostro obiettivo, perché tutti possono fare sempre di più».

Sulla lotta al vertice ed il big match di Giovedì tra Notaresco e Campobasso: «Bisogna fare i complimenti ad entrambe le squadre: hanno la fortuna di giocarsi una partita bellissima. Il Notaresco non l'ho incontrato ancora, posso parlare solo del Campobasso: una squadra davvero forte. Sarà una gara avvincente, ma non determinante in un campionato in cui si può vincere e perdere con tutte: certo che, chi vincerà, avrà un entusiasmo diverso».

La squadra ed il calciatore che lo hanno impressionato positivamente: «Come squadra dico il Campobasso, tra quelle che ho affrontato io. Tra i calciatori è più difficile, non me ne vengono tanti in mente in queste 9 partite giocate. Mi fa piacere parlare di un giovane di prospettiva, ovver Vanzan del Campobasso».

Dal 25 aprile potrebbe fermarsi il campionato per far giocare i recuperi: scelta giusta? «Siamo in un momento storico particolare, dobbiamo ritenerci fortunati a poter svolgere la nostra professione. Dobbiamo adeguarci agli eventi che sta lasciando il covid; nel nostro girone ci sono delle squadre che devono recuperare tante gare, quindi è giusto cercare di rendere il campionato meno irregolare possibile».