Dg Afragolese a NC: "Penalizzati da errori arbitrali enormi: chiediamo rispetto e uniformità"

14.05.2021 15:20 di Stefano Sica   Vedi letture
Dg Afragolese a NC: "Penalizzati da errori arbitrali enormi: chiediamo rispetto e uniformità"

"Un pensiero ad alta voce, atto semplicemente a difendere il nostro lavoro". Non è andato giù all'Afragolese l'arbitraggio del fiorentino Moretti nel corso dell'ultimo match casalingo perso col Latina. Nel mirino dei rossoblù almeno due episodi molto controversi che, in effetti, hanno indirizzato la sfida del "Papa" in direzione dei pontini: il centro di Fava (arrivato subito dopo il pari di Corsetti) annullato per un presunto fallo di mani, e la spinta evidente di Calagna su Roghi da cui è scaturita la ripartenza bruciante che, in pieno recupero, ha regalato il 2-1 definitivo ai nerazzurri col tocco vincente di Sarritzu. Nel mezzo, la semplice ammonizione con cui Moretti aveva in un primo momento sanzionato Alonzi per un intervento su Energe che aveva interrotto una chiara occasione da gol. Decisione poi rivista solo dietro suggerimento del secondo assistente, con la conseguente espulsione diretta del numero uno ospite. Una beffa immeritata per i rossoblù, che hanno cercato con più convinzione la vittoria sviluppando una gara di grande intensità e non concretizzando diverse occasioni da rete. Ai nostri microfoni è intervenuto il Dg Pietro Cassandro il quale, anche a nome della società di Raffaele Niutta, ha voluto porre l'attenzione su una serie di errori arbitrali che negli ultimi tempi hanno penalizzato la squadra di mister Di Costanzo. "È la prima volta, nel corso di questo campionato, che decidiamo di intervenire per fare luce sui troppi arbitraggi che, da almeno tre mesi, stanno condizionando il cammino della squadra - le sue parole -. Il nostro è un malessere che non nasce di certo dalla gara col Latina, che è solo l'ultima tappa di un percorso che ha visto i nostri ragazzi subire decisioni incomprensibili che hanno orientato in modo sfavorevole determinate partite. Quello che è accaduto col Latina lo hanno visto tutti, ma anche nella trasferta di Monterosi, o nelle gare interne con Insieme Formia, Nola, Torres e Savoia (solo per citarne alcune), siamo stati puniti da errori clamorosi. Sia chiaro: noi non chiediamo favori e siamo altresì consapevoli che la nostra condizione di classifica dipende anche dai nostri errori. Abbiamo perso e accettato ogni sconfitta, con umiltà e facendo i complimenti ai nostri avversari di turno, come è nel nostro stile. Quello che chiediamo è solo un principio di adeguatezza e buon senso nella scelta degli arbitri che dirigeranno le nostre prossime gare. Negli ultimi tempi ne abbiamo visti troppi qualitativamente non all'altezza della situazione, se non addirittura carenti da un punto di vista atletico. Troppe scelte sono state fatte quasi "ad intuito", perché del resto è complicato giudicare certe dinamiche se si è lontani 50 metri dall'azione e, per giunta, non si è assistiti in modo puntuale dai propri collaboratori. Ci giochiamo un obiettivo importante e non possiamo veder mortificato il lavoro di una società modello come la nostra che ha investito tanto e non fa mancare nulla ai propri tesserati, oltre che la dedizione di un gruppo che, insieme al proprio staff tecnico, ogni settimana ci mette cuore, impegno e anima negli allenamenti per garantire alla città di Afragola un'altra stagione in questa categoria. È un anno difficile per tutti e lo è stato anche per noi a causa del Covid: le risorse diminuiscono e non tutti gli sponsor riescono a garantire il loro apporto. È comprensibile. Sappiamo però che la Lnd è sensibile a queste problematiche. Ecco perché chiediamo solo attenzione, responsabilità e uniformità di giudizio. Le immagini, non solo di domenica scorsa, parlano chiaro. Non sono nostre illazioni, ognuno le può visionare. E tanti addetti ai lavori che ci seguono, non si spiegano come mai la nostra squadra da un po' di tempo a questa parte sia stata penalizzata in misura così massiccia".