Fossano, mister Viassi a NC: «Mi aspetto di rivedere le prestazioni fatte con Casale e Derthona»

16.11.2021 14:30 di Redazione NotiziarioCalcio.com Twitter:    vedi letture
Fossano, mister Viassi a NC: «Mi aspetto di rivedere le prestazioni fatte con Casale e Derthona»

Il campionato di serie D sta entrando nel vivo e, come di consueto, la redazione di notiziariocalcio.com cerca di dar voce al campionato che, più di tutti, comprende l'Italia intera.

Il protagonista di quest'intervista è Fabrizio Viassi, allenatore del Fossano, il quale ci ha cordialmente concesso una chiacchierata, partita dal momento che sta vivendo la sua squadra: «Bisogna calcolare gli obiettivi e la situazione della nostra realtà: noi siamo i più giovani del campionato insieme al Borgosesia e, dunque, è ovvio avere delle difficoltà. Diverse gare ce le siamo giocate, poi abbiamo raccolto poco per errori di gioventù; mi aspettavo di soffrire, ma qualche punto in più lo meritavamo. Mi aspetto in futuro quanto visto nelle ultime gare con Casale e Derthona: abbiamo fatto prestazioni di livello, speriamo di dare continuità nei prossimi incontri. Non siamo in grado di vincere non giocando, quindi dobbiamo assolutamente continuare a creare tanto come nelle ultime gare giocate. Spesso sprechiamo troppo ma, credo, anche questo è frutto della nostra giovane età: nell'ultimo match avevamo 7 under ed il più vecchio era un classe '98. Faremo qualche innesto nel mercato di dicembre, la volontà è quella di salvarsi e valorizzare i nostri giovani».

Sul girone: «Un gruppo complicato, composto da club blasonati. Vedo, ad oggi, il Chieri davanti a tutti: è una sorpresa, poi dietro ci sono gli squadroni Novara, Casale e Sanremese. A questo gruppo manca una grande squadra come il Varese che oggi è indietro. Nelle retrovie siamo davvero tanti: noi siamo penultimi, ma la salvezza diretta è a soli tre punti. La mia favorita per la serie C? Non ce n'è una, ho visto Casale e Sanremese, mi manca affrontare il Novara».

Un pregio ed un difetto della squadra: «Il pregio è che non molliamo mai, mentre un difetto è che a volte vogliamo essere troppo belli».

Sul prossimo impegno sul campo del Saluzzo: «Sarà una gara difficile, loro devono salvarsi ed hanno fatto qualche risultato pesante. Viste le previsioni meteo, sarà una battaglia su un campo di gioco duro».