Gelbison, il presidente Puglisi a NC: «Crisi globale, serve uno sforzo superiore da parte della LND»

24.11.2020 13:30 di Redazione NotiziarioCalcio.com Twitter:    Vedi letture
Gelbison, il presidente Puglisi a NC: «Crisi globale, serve uno sforzo superiore da parte della LND»

La serie D si è fermata per permettere di recuperare buona parte delle oltre 100 partite non disputate finora, ma sono state poche le partite disputate. Ora, in attesa del nuovo protocollo, il campionato di serie D si ferma. La redazione di notiziariocalcio.com ha deciso di sentire il parere di quanti più addetti ai lavori possibile.

Oggi è il turno di Maurizio Puglisi, presidente della Gelbison: «Era giusto bloccare il campionato, la situazione non era più sotto controllo e c'erano tantissime gare non giocate, cosa che ha fatto emergere l'inadeguatezza del protocollo. Servono regole vicine a quelle dei professionisti, con l'ausilio dei tamponi rapidi che sono attendibili: bisognerà farli prima di ogni partita, certificarli dal medico sociale e consegnarli alla lega, in modo tale che, anche la squadra avversaria, viene tutelata. Penso che minimo una volta a settimana andrebbero fatti, considerato che, tenendo la squadra come una bolla come facciamo noi, il rischio è la gara la Domenica; quindi li farei quattro giorni dopo ogni partita. Il sostegno economico della LND? Il problema è che la cifra è esigua, soprattutto ora che la situazione di crisi è globale, senza introiti da botteghino e sponsor. Le spese sono alte, noi abbiamo avuto 16 positivi e curarli, non è stata una cosa semplice. Quanto meno, sotto il profilo della parte sanitaria, la LND deve fare uno sforzo in più, altrimenti a Gennaio-Febbraio la situazione sarà grave. La serie D è un campionato dispendioso, con obblighi contrattuali e trasferte lunghe; anche durante il mese di stop, i negativi hanno continuato ad allenarsi, con tutte le spese del caso».