Giugliano, mister Ferraro a NC: «Grande lavoro dal 16 agosto, ma ciò che conta sarà la fine del percorso»

17.11.2021 12:30 di Redazione NotiziarioCalcio.com Twitter:    vedi letture
Giugliano, mister Ferraro a NC: «Grande lavoro dal 16 agosto, ma ciò che conta sarà la fine del percorso»

Il campionato di serie D sta entrando nel vivo e, come di consueto, la redazione di notiziariocalcio.com cerca di dar voce al campionato che, più di tutti, comprende l'Italia intera.

Il protagonista di quest'intervista è Giovanni Ferraro, allenatore del Giugliano, il quale ci ha cordialmente concesso una chiacchierata, partita dal momento che sta vivendo la sua squadra: «Il giudizio di queste prime nove giornate è estremamente positivo. Il gruppo, il lavoro, l’umiltà e questa società hanno reso possibile un tale inizio di stagione, perché ricordo che siamo solo all’inizio. Questi risultati attuali sono lo specchio di ciò che facciamo durante la settimana. Alleno un gruppo di ragazzi fantastici, pronti a sacrificarsi giorno dopo giorno. Le prossime saranno settimane importanti: noi dobbiamo essere concentrati solo e unicamente sul lavoro giornaliero e la domenica accetteremo il giudizio del campo, che è quello più importante. Dobbiamo essere umili e sempre rispettosi dell’avversario, sapendo chi siamo e cosa vogliamo».

Sul girone: «Il Girone G è molto complicato. E’ un raggruppamento estremamente tecnico e con elevato coefficiente di organizzazione. Ci sono allenatori preparatissimi e calciatori di grande qualità. Tante squadre possono lottare per obiettivi finali importanti. Inoltre c’è il fattore Sardegna che è da considerare: viaggi lunghi e dispendiosi sia da un punto di vista fisico che logistico».

Un pregio ed un difetto della squadra: «Il nostro pregio è il lavoro sotto tutti i punti di vista. Dal 16 agosto ci impegniamo giorno dopo giorno senza sosta. Siamo un gruppo importante, grazie a questa società e uno staff dirigenziale e medico che ci mette nelle condizioni migliori per lavorare. Il merito è di ogni singolo componente che lavora per questa società. Il nostro difetto non dovrà essere quello di abbassare il livello di concentrazione e abnegazione. Queste nove partite per noi devono essere un punto di partenza. Se crediamo di essere troppo bravi vuol dire non aver capito ciò che ci attende e sarebbe da presuntuosi. Gli elogi fanno piacere, ma ciò che conta sarà la fine di questo percorso».

Sul prossimo impegno: «L’Aprilia non devo certo presentarla io. Fino a ieri era a due punti da noi, quindi ha fatto un percorso importante e molto simile al nostro. Giocano un calcio di grande qualità, e sono allenati da un ottimo allenatore, sarà una bella gara. Da domani inizieremo la settimana con gran serenità, sapendo che domenica ci aspetta una partita dura, ma che varrà tre punti come tutte le altre. Sono certo che saremo supportati da un grande pubblico, la città di Giugliano ci è sempre vicina e ci auguriamo di poterli rendere felici».

Ph.Giugliano Calcio 1928