Gozzano, il presidente Leonardi a NC: «Cambiata la categoria, non la mentalità. Saremo competitivi»

15.09.2020 11:00 di Redazione NotiziarioCalcio.com Twitter:    Vedi letture
Gozzano, il presidente Leonardi a NC: «Cambiata la categoria, non la mentalità. Saremo competitivi»

Il Gozzano si sta preparando per affrontare al meglio la stagione 2020-2021, dopo la cocente retrocessione dalla Lega Pro alla serie D. Per fare il punto della situazione abbiamo intervistato Fabrizio Leonardi, presidente del sodalizio piemontese: «Saremo ai nastri di partenza sempre con la stessa serietà e determinazione. Vogliamo tentare di essere tra i protagonisti di un campionato di cui, al momento, non conosciamo neanche il girone. Non vogliamo essere dei comprimari, sia chiaro. Mi sento di affermare tranquillamente che al Gozzano è cambiata solo la categoria: settore giovanile e femminile sono rimasti intatti, andiamo avanti come se fossimo ancora in Lega Pro a livello di mentalità».

Sul mercato: «In questo momento si fa fatica a parlare di mercato chiuso, poiché non conosciamo le nostre avversarie e gli equilibri che dovremmo analizzare, è tutto un divenire. Cerchiamo di lavorare e perfezionare quanto fatto finora, vedremo di completare l'allestimento della rosa sulla base delle indicazioni dei tecnici che stanno lavorando sodo, iniziando da mister Soda».

Sul protocollo: «Non sono un virogolo, quindi il protocollo lo posso solo far osservare. Abbiamo vissuto un momento epocale, la pandemia è ancora in atto, bisogna stare attenti. Il calcio è uno sport che si gioca all'aperto ma fatto di contatto fisico, anche sulle gradinate; i tifosi dovranno stare distanziati, è un qualcosa a cui nessuno di noi era preparato. Tutti coloro i quali si sono adoperati per allestire questo protocollo sicuramente conoscono bene il loro mestiere»

Sul girone: «Vedremo cosa succederà. Le ipotesi sono diverse: si parla di piemontesi con lombarde e liguri, ma con chi tocca non è un problema. Tutti gli avversari sono da considerare e studiare, ma anche per le altre ci sarà da affrontare un Gozzano competitivo».