Grassina, il presidente Zepponi a NC: «Parliamoci chiaro: giocate sei giornate di campionato senza regole»

27.11.2020 17:30 di Redazione NotiziarioCalcio.com Twitter:    Vedi letture
Grassina, il presidente Zepponi a NC: «Parliamoci chiaro: giocate sei giornate di campionato senza regole»

La serie D si è fermata per permettere di recuperare buona parte delle oltre 100 partite non disputate finora, ma sono state poche le partite disputate. Ora, in attesa del nuovo protocollo, il campionato di serie D si ferma. La redazione di notiziariocalcio.com ha deciso di sentire il parere di quanti più addetti ai lavori possibile.

Oggi è il turno di Tommaso Zepponi, presidente del Grassina: «C'è davvero tanta confusione, era un campionato che non doveva iniziare in queste condizioni: bisognava prima avere un protocollo sanitario adeguato. Parliamoci chiaro: qui sono state giocate 6 giornate senza regole, si è partiti in modo già falsato. Gli stadi chiusi, poi, sono davvero deleteri: zero sponsor, zero incassi derivanti da biglietti e abbonamenti, la situazione è molto complicata. Avrei stanziato fondi importanti, 3000 euro sono già arrivati, ma le spese sono superiori, è uno stato un po' avvilente: si cerca di andare avanti con tantissime difficoltà. Nuovo protocollo? Se ne parla tanto, stiamo attendendo. Credo sia doveroso fare i tamponi rapidi prima delle partite, per avere la tutela di tutti, e decretare un numero massimo di positivi entro cui si deve giocare. Naturalmente non si può pensare che le società debbano accollarsi le spese dei tamponi, non ce la facciamo. Sono rimasto sorpreso dal referendum, non mi aspettavo che il 74% volesse continuare così il campionato: che interesse c'è? Certo, se si fosse votato per continuare con regole certe, aveva senso, ma così no: sono rimasto davvero sbalordito».