Inveruno, il presidente Simonini a NC: "Noi non torneremo a giocare, ho già deciso"

02.04.2020 15:00 di Redazione NotiziarioCalcio.com   Vedi letture
Inveruno, il presidente Simonini a NC: "Noi non torneremo a giocare, ho già deciso"

L'Inveruno è in fondo alla classifica del girone B di serie D, con 17 punti in classifica. Una stagione finora molto deludente, diventata un grande punto interrogativo nelle ultime settimane. Di questo ed altro abbiamo parlato con il presidente del club, Roberto Simonini, che ci ha cordialmente concesso un'intervista telefonica: "Io ho deciso che la mia società in campo non ci va più, e parlo sia della prima squadra che del settore giovanile. Con la prima squadra ho cinque trasferte nella bergamasca, e credo che i miei calciatori si rifiuteranno di andare. Per cui, per l'US Inveruno il calcio è finito. Poi facciano quello che vogliono, io non metto a repentaglio la vita di nessuno dei 250 ragazzi che fanno parte della squadra. Mi daranno le sconfitte a tavolino? Non c'è problema, tanto comunque sono ultimo. Chiaro che quelli che sono primi tengono a finire il campionato, gli ultimi no, a chi sta in mezzo importa poco. Fino alla fine di aprile non ci si muove di casa; poi, ammesso che la situazione migliori, chi fa andare 30/40 persone in un campo? Se c'è una ricaduta, è la fine. Ma poi per cosa? Per concludere un campionato giocando ogni tre giorni? Sarebbe da folli far giocare ma, a prescindere da questo, l'Inveruno non giocherà più".

Sui danni economici legati al Covid-19: "Non ho problemi, pagherò il mese di marzo e poi stop. Non ho più incassi, gli sponsor non mi danno più soldi. Sto pagando ancora i fornitori, poi parlerò con i calciatori per mettermi d'accordo con loro. Chiaro che, anche loro, dovranno rinunciare a qualcosa. Alla federazione chiederemo una parte dell'iscrizione, ma già so come finirà: ci diranno che il rimborso verrà scalato nell'iscrizione della prossima stagione, ma se io non mi iscrivo? Non so ancora cosa farò il prossimo anno".