Luigi Volume a NC: «Girone H più mediocre del passato. Taranto e Casarano su tutte, ma un plauso al Bitonto...»

26.03.2021 13:00 di Redazione NotiziarioCalcio.com Twitter:    Vedi letture
Luigi Volume a NC: «Girone H più mediocre del passato. Taranto e Casarano su tutte, ma un plauso al Bitonto...»

La serie D entra nel vivo. Il quarto campionato d'Italia sta vivendo la sua fase cruciale, con le gare che diventano sempre più importanti. Per questo motivo, la redazione di notiziariocalcio.com, sta intervistando diversi addetti ai lavori.

Il protagonista odierno è Luigi Volume, ex direttore sportivo, tra le altre, di Taranto e Brindisi. Con lui abbiamo parlato innanzitutto del girone H: «A mio avviso si tratta di un gruppo mediocre, soprattutto rispetto alle ultima annate. Le società hanno speso tanto, ci sono squadre come Casarano, Taranto, Lavello e Picerno che hanno speso davvero molto, più della media degli altri gironi ma, la media punti, è molto bassa. Chi vincerà? La differenza la farà la società più forte, più precisa nei pagamenti e che ha investito di più nell'organizzazione: con il covid e con le regole sui pagamenti non chiare, ci sono società che ritardano ed altre no, e questo sarà importante. Vedo Taranto e Casarano sopra le altre, Picerno e Lavello pronte ad approfittarne».

Sui calciatori che stanno facendo meglio: «Mi hanno impressionato diversi calciatori. Mi è piaciuto tantissimo il modo di giocare di Lavello e Fidelis Andria, sono le squadre più belle da vedere. Ferrara del Taranto si conferma tra i più forti della categoria e, proprio il Taranto, ha secondo me gli under migliori, Ferrara e Sposito su tutti, sintomo che la società ha lavorato bene sotto questo punto di vista».

Dove si vede in futuro: «Quest'anno ho rifiutato alcune piazze ma solo perché non accetto più di andare in una squadra e pormi un obiettivo stagionale in corsa. Voglio anche qualcosa di più piccolo ma con una progettazione seria, con un occhio ai giovani, visto che il calcio va verso questa direzione: chi punta il tutto per tutto in un anno, poi fallisce. Per questo elogio il Bitonto, forse l'unica ad avere un settore giovanile importante; il presidente ha avuto il coraggio di ricrederci dopo quello che ha passato: società come quella neroverde meritano un'attenzione particolare a mio modo di vedere. Brindisi? Gli auguro si salvarsi quanto prima».