Poggibonsi, mister Calderini a NC: «Credo sia difficile affrontarci. Grande spinta se facciamo risultato Domenica...»

25.11.2021 12:30 di Redazione NotiziarioCalcio.com Twitter:    vedi letture
Poggibonsi, mister Calderini a NC: «Credo sia difficile affrontarci. Grande spinta se facciamo risultato Domenica...»

Il campionato di serie D sta entrando nel vivo e, come di consueto, la redazione di notiziariocalcio.com cerca di dar voce al campionato che, più di tutti, comprende l'Italia intera.

Il protagonista di quest'intervista è Stefano Calderini, allenatore del Poggibonsi, il quale ci ha cordialmente concesso una chiacchierata, partita dal momento che sta vivendo la sua squadra: «Abbiamo fatto un percorso molto buono, essendo una neopromossa. I ragazzi stanno andando anche oltre le aspettative iniziali, direi che, dopo dieci partite, siamo in una posizione di classifica che ci rende orgogliosi. Prestazioni e risultati stanno andando di pari passo, ora vorrei che ci confermassimo, seppur il calendario ora ci farà affrontare le più forti del campionato».

Sul girone: «Credo che sia molto equilibrato, la classifica è corta: tutte le squadre sono attrezzate, ci sono gare da giocare, non parti mai per sconfitto e viceversa. Lo si vede anche dai risultati, non mancano le sorprese. Chiaramente vedremo cosa succederà a dicembre, lì inizierà un'altra parte di campionato. Le più forti? Il San Donato ha un impianto di gioco molto collaudato, si vede le mano del mister, giocano insieme da oltre un anno e ad Arezzo hanno meritato il punto. L'Arezzo ha grandissime individualità, sono partiti come squadra ammazza campionato, ma stanno trovando qualche difficoltà. Poi c'è il Gavorrano che ha calciatori quotati in rosa, anche loro sono tra i candidati, senza dimenticarci della Pianese che, ogni anno, organizza sempre squadre di valore».

Un pregio ed un difetto della squadra: «Il pregio è che siamo solidi, compatti, credo sia difficile affrontarci. Il difetto è che non crediamo tanto nella nostra fase offensiva: in avanti a volte abbiamo peccato, ma forse fa parte della natura della nostra squadra, soprattutto dopo l'infortunio di Motti, visto che non abbiamo prime punte di riferimento».

Sul prossimo impegno contro l'Arezzo: «Hanno cambiato allenatore, ci è capitato anche col Foligno: il cambio della guida tecnica solitamente rigenera i calciatori, ma noi dobbiamo pensare a fare la nostra partita. Giochiamo in casa e faremo il massimo per portare punti a casa: fare risultato con loro, ci darebbe una grande spinta».