Sona, il presidente Pradella a NC: «Unica veneta nel girone B? Mi fa piacere. Tutto in ritardo, anche i palloni»

18.09.2020 14:00 di Redazione NotiziarioCalcio.com Twitter:    Vedi letture
Sona, il presidente Pradella a NC: «Unica veneta nel girone B? Mi fa piacere. Tutto in ritardo, anche i palloni»

Il Sona è stata tra le scelte più particolare nella composizione dei gironi della serie D 2020-2021: la neopromossa compagine veneta è l'unica società non lombarda nel girone B.

Di questo ed altro abbiamo parlato con Paolo Pradella, presidente del club: «Un girone vale l'altro, siamo una neopromossa, è tutto nuovo. Per noi andare in Friuli o andare a Bergamo e Milano, è la stessa cosa; facciamo prima ad andare a Desenzano che a Caldiero. Obiettivi? Dobbiamo salvarci. Siamo un gruppo di volontari pensionati, con tanti sponsor che ci danno una mano. In questi anni io ed il mio collega fraterno siamo riusciti a fare il santo, passando dalla Prima Categoria alla serie D. Non diamo mai nulla per scontato».

Sul mercato: «Siamo ancora in ballo. Fino a fine ottobre tutto è possibile, si può cambiare totalmente squadra dopo le prima giornate. La reputo una regola davvero assurdo».

Sul protocollo: «Non vedo l'ora che si inizi, qui ogni due giorni cambiano idea. Bisognerebbe innanzitutto aprire gli stadi: non solo per i biglietti, ma anche per le entrate del bar. Viviamo con i piccoli introiti, se ci tolgono quelli siamo fritti. Ci devono ancora mandare i palloni, ad oggi giocheremo con i palloni che compro io. Non ho neanche le etichette da applicare alle maglie, li chiami e non risponde mai nessuno».

Sul girone: «Le squadre del girone C le conosciamo bene, mi fa piacere conoscere realtà diverse. Il Desenzano Calvina ha una bella squadra, li abbiamo affrontati anche in amichevole, poi c'è il Fanfulla, squadra che ha fatto bene anche lo scorso anno».