Vibonese, Bernardotto a NC: “A Vibo sto bene. Potevo chiudere con più gol”

Il ventitreenne attaccante che con 6 gol e 3 assist all’attivo ha attirato su di sè gli occhi di vari club, parla della sua prima stagione qui e dell’obiettivo playoff al quale la squadra credeva…
17.05.2020 17:30 di Jacopo Pellicciotta   Vedi letture
Vibonese, Bernardotto a NC: “A Vibo sto bene. Potevo chiudere con più gol”

Gabriele Bernardotto, attaccante della Vibonese, ha rilasciato un’intervista allo staff di notiziariocalcio.com, esprimendosi prima sul periodo di difficoltà che sta vivendo il mondo del calcio: “Innanzitutto ringrazio te e lo staff di Notiziario del Calcio per questa intervista. In questo periodo mi sto concentrando a mantenermi in forma, allenandomi ogni giorno e in attesa che ci diano qualche notizia. Ho sentito tante cose riguardanti l’eventuale stop del campionato in questo periodo, molta gente che parla ma alla fine non si è capito quale sia il futuro e cosa dobbiamo fare, spero che si faccia un po’ di chiarezza il prima possibile. Per quanto riguarda il taglio degli stipendi posso dire che in Serie C non è che ci siano degli stipendi così alti, capisco tutte le difficoltà del caso ma su questo non mi trovo molto d’accordo”.

Poi il calciatore romano risponde alle domande riguardanti la stagione appena disputata e parla del rapporto con mister e società: “Soddisfatto per essere stata la prima stagione qui, peccato per questo brusco stop, potevo chiudere con più gol ma nessuno si aspettava tutto ciò. Qui ho trovato mister Giacomo Modica, con lui ho un buonissimo rapporto anche perchè mi ha sempre dato tanta fiducia; ho trovato inoltre una società seria che mantiene la parola data, sono contento di farne parte. A livello di organico abbiamo disputato un ottimo campionato, siamo un gruppo giovane che ha dato filo da torcere a tutti, ce la siamo giocata in ogni partita senza soffrire nessuno quindi mi ritengo davvero soddisfatto. Credevamo sicuramente nei playoff, avevamo i mezzi giusti per arrivare a questo obiettivo ma questa situazione ha bloccato il nostro cammino”.

Infine Bernardotto parla del suo futuro, delle prospettive e del sogno nel cassetto: “A Vibo mi sono trovato molto bene e sto bene, per il mio futuro vediamo quello che uscirà fuori, spero di arrivare il più in alto possibile però ancora non so nulla. La squadra dove sogno giocare? Essendo romano e romanista direi la Roma”.