Villa Valle, il vice presidente Bordogna a NC: «Vorremmo fare un campionato tranquillo e divertirci»

23.09.2021 12:30 di Redazione NotiziarioCalcio.com Twitter:    vedi letture
Villa Valle, il vice presidente Bordogna a NC: «Vorremmo fare un campionato tranquillo e divertirci»

Il campionato di serie D è iniziato e, come ci consueto, la redazione di notiziariocalcio.com cerca di dar voce al campionato che, più di tutti, comprende l'Italia intera.

Il protagonista di quest'intervista è Luca Bordogna, vice presidente del Villa Valle, il quale ci ha cordialmente concesso una chiacchierata, partita da quelle che sono le ambizioni che accompagnano quest'anno la squadra: «Premetto che siamo una società al quarto anno di serie D. Parliamo di un gruppo di amici, lo facciamo per la grande passione che abbiamo per il calcio, un po' come fanno tanti presidente di quarta serie. Dietro la prima squadra c'è un bacino di 15 squadre di ragazzini, immaginate cosa si è dovuto fare in questi ultimi tempi per mettere tutto in sicurezza. Parlando di campo, vorremmo fare un campionato tranquillo e divertirci. Abbiamo preso un mister che ha un passato importante, la squadra costruita credo sia di buon livello; ci piacerebbe stare nel lato sinistro della classifica, non sarà facile».

Sul girone: «Davvero tosto, ci sono 3-4 squadre davvero attrezzatissime, sono di un altro livello: parlo di Sangiuliano, Casatese e Desenzano Calvina. Le altre possono tutte divertirsi, in un anno ci sono momenti favorevoli e sfavorevoli, senza contare l'incognita covid, che lo scorso anno ci ha toccato molto. Per non parlare dei giovani 2003: nell'ultimo anno e mezzo non hanno praticamente mai giocato, ora affrontano gente che ha giocato anche tra i professionisti. L'unico vantaggio è avere trasferte abbastanza brevi, visto che, a parte il Sona, il girone è completamente lombardo».

Mercato chiuso? «Attualmente sì, abbiamo cambiato tanto e vogliamo valutare i calciatori che abbiamo a disposizione. Solo in quattro sono stati confermati, è giusto dare tempi ai nuovi».

Sul prossimo impegno: «Dopo il Sangiuliano, ora ci tocca il Desenzano. Non sono partiti bene, ma si tratta di una squadra davvero fortissima».