Castellarano, Occhi: "I numeri ci danno ragione. Domenica tante assenze"

Promozione Emilia Romagna
23.01.2020 23:30 di Elena Gestra   Vedi letture
Castellarano, Occhi: "I numeri ci danno ragione. Domenica tante assenze"

Con la vittoria casalinga di domenica scorsa contro la Riese, il Castellarano ha ulteriormente rafforzato la propria candidatura per la conquista di un posto nei play off: tuttavia non è affatto il momento di stappare lo spumante, anche perchè adesso gli azulgrana sono attesi da un ulteriore banco di prova che si preannuncia senza dubbio molto complesso. Domenica prossima 26 gennaio, dalle ore 14.30, la compagine di mister Roberto Lanzafame sarà mpegnata al "Cremaschi" di Vezzano per affrontare i battaglieri padroni di casa: da più parti la formazione gialloblù viene indicata come la vera sorpresa del campionato, e peraltro proviene dal roboante blitz sul terreno bolognese del Persiceto (1-4). Il confronto tra i matildici e il Castellarano sarà valevole per il ventesimo turno di Promozione, ovviamente girone B.

"Credo proprio che il nostro successo con la Riese possa dirsi ampiamente meritato - commenta il difensore azulgrana Federico Occhi - Siamo stati capaci di esprimerci con tenacia e qualità, senza alcun tipo di timore: l'elevato numero di incursioni offensive che abbiamo saputo creare testimonia in pieno la nostra vivacità. Al tempo stesso, non sono certo qui a dire che l'affermazione sui rossoneri sia stata una passeggiata: i momenti di sofferenza non sono mancati, soprattutto durante la ripresa. D'altro canto, le partite si vincono anche grazie alla capacità di stringere i denti quando necessario: noi siamo stati capaci di fare anche questo, mantenendo sempre la lucidità necessaria per sviluppare un gioco efficace. Adesso resta ancora parecchio da lavorare - rimarca Occhi - Del resto siamo soltanto a poco più di metà strada, e nella fase attuale qualsiasi squadra ha margini di miglioramento. Comunque sia, considerando i risultati maturati sul campo, siamo in arrivo da 1 pareggio e 4 successi nelle ultime 5 gare: numeri che certificano in pieno il valore del nostro lavoro".

Peraltro, tu hai anche siglato il gol che ha sancito il definitivo 1-0 sulla Riese: dunque la vittoria di 4 giorni fa è una rilevante gratificazione anche a livello personale, vero?

"Senza dubbio sì: un grazie particolare va ovviamente ad Andrea Toni, che ha propiziato il mio colpo di testa vincente con un suggerimento davvero perfetto. Sono felicissimo di aver dato un contributo così decisivo e tangibile, anche perchè qui a Castellarano mi sono trovato molto bene fin da sùbito. Pur essendo arrivato soltanto a dicembre, il mio inserimento all'interno del gruppo è avvenuto in modo rapido e proficuo: di conseguenza, ci sono tutte le prospettive necessarie per intravedere un periodo davvero soddisfacente anche per quanto riguarda il rendimento individuale. D'altro canto, non va mai persa un'irrinunciabile umiltà di fondo: le parole non valgono nulla se non sono accompagnate dai fatti, e dunque anche io mi sto impegnando nel lavorare a fondo insieme a tutto il resto del gruppo".

Contro il Vezzano dovrete fare i conti con assenze pesanti...

"Purtroppo mancherà ancora l'acciaccato Davide Pellesi, che non c'era neppure domenica scorsa: inoltre saremo privi di Nazzareno Belfasti, fuori a causa di un fastidioso stiramento rimediato contro la Riese. Defezioni sicuramente di primo livello, che però non ci devono affatto spaventare: nell'economia complessiva di un campionato, sono purtroppo problemi che vanno sempre messi in preventivo. D'altro canto, paiono profilarsi notizie positive sul fronte dei rientri: tutto il resto della squadra dovrebbe infatti essere a disposizione, compresi Nicola Algeri e Ahmed Guilouzi".

Il Vezzano sa creare parecchi grattacapi al Castellarano: non a caso, all'andata i gialloblù hanno espugnato il "Ferrarini" con il punteggio di 2-3. Questa volta, quale dovrà essere la strada da seguire per restituire il favore e sbancare il "Cremaschi"?

"All'andata non c'ero, ma comunque ritengo che quel risultato non serva per interpretare le dinamiche della sfida di domenica: il blitz piazzato dai matildici è infatti giunto nelle primissime giornate di campionato, e all'epoca l'assetto globale della nostra squadra era in buona parte differente rispetto a quello attuale. Per trovare la via giusta in chiave vittoria, dovremo ovviamente dare continuità a quanto stiamo facendo soprattutto da un mese e mezzo a questa parte: inoltre, credo che sarà necessario un passo avanti sul piano dell'atteggiamento. Nella fattispecie, dobbiamo imparare a essere un po' meno frenetici quando siamo noi ad avere la palla: un po' meno foga e un po' più di freddezza, per evitare di incappare in quelle imprecisioni che ancora stiamo commettendo".

Mister Massimo Vacondio può contare su ha un goleador di alto livello come Fabio Piermattei, capocannoniere del girone B con 16 reti al proprio attivo...

"Vero, e Piermattei è sicuramente tra gli elementi in grado di causarci le maggiori difficoltà: d'altro canto la nostra fase offensiva non è affatto da meno, e ne stiamo dando prova in modo tanto visibile quanto concreto".

I play off sono un traguardo che resta del tutto raggiungibile per il Castellarano: tuttavia da qui al termine della stagione regolare i passi falsi dovranno essere ridotti al minimo, anche perchè il 5° posto potrebbe addirittura non bastare per accedere agli spareggi. Alla luce di tutto ciò, non temi che all'interno della squadra possa subentrare un certo nervosismo?

"In tutta franchezza io non temo i pericoli legati agli umori, e credo che il resto della squadra sia esattamente contraddistinto dal mio stesso stato d'animo. La classifica è importantissima, e non potrebbe essere altrimenti: d'altro canto, nessuno di noi ha l'intenzione di osservare la graduatoria in modo assillante. Adesso l'unico pensiero deve essere quello di impegnarci a fondo e a 360 gradi, senza lasciare spazio a timori o all'elaborazione di astruse tabelle di marcia: un lavoro costante e accurato è il miglior modo per far sì che i numeri ci diano sempre più ragione".