Frigintini, c'è un nuovo allenatore

Promozione Sicilia
07.11.2018 23:00 di Massimo Poerio  articolo letto 71 volte
Frigintini, c'è un nuovo allenatore

È iniziata una settimana “diversa” per i calciatori del Frigintini Città di Modica. Alla ripresa della preparazione, infatti, non si sono ritrovati con Alfonso Adamo (ormai ex allenatore), ma con il neo tecnico rossoblù Bartolomeo “Liddu” di Martino. Considerato che il cambiamento è avvenuto nell’arco di una giornata, parecchi atleti sono rimasti un po’ sorpresi anche se in molti si attendevano questo cambiamento. Per dare nuovi stimoli e per portare –magari- un po’ di sostegno al morale naturalmente molto basso alla luce dei risultati conseguiti nel corso della stagione e nelle ultime gare in particolare.

Ripresa degli allenamenti, allora, in vista di un’altra difficilissima gara –a Caltagirone- contro la terza forza del campionato che non nasconde le ambizioni di ritornare nella categoria superiore e magari oltre. Il neo tecnico rossoblù si trova a gestire una situazione di organico precaria e spera moltissimo nel recupero di tutti gli infortunati per tentare (tutti insieme) di uscire dal tunnel di risultati negativi e riportare la squadra in una posizione consona al potenziale tecnico a sua disposizione.

Per domenica, infatti, il tecnico rossoblù non potrà disporre di Sella, Pianese, Barillà, Pietro Leone, Vasile, Gabriele Leone, Vicari, oltre all’indisponibilità (ormai consolidata) di Mattia Bennardo; che è stata una perdita grave e importante per l’economia del gioco. Quasi la formazione base, quindi, ed in queste condizioni sperare in un colpo di coda potrebbe sembrare utopia. Liddu Di Martino, però, è uno abituato a lottare e i dirigenti sono sicuri che sosterrà i ragazzi che scenderanno in campo per non arrendersi facilmente al cospetto dei calatini.

“Dobbiamo superare –affermano i copresidenti, Salvatore Colombo e Michele Zocco- questo delicato periodo e sperare di recuperare tutti gli infortunati ad iniziare dal giorno dopo la gara col Caltagirone. I ragazzi stanno soffrendo insieme a noi per i risultati che ci penalizzano –continuano- e anche loro sperano di poter ritornare in piena efficienza fisica per dimostrare il loro reale valore. A tutto il gruppo diciamo che faremo quanto nelle nostre possibilità per rimpiazzare qualcuno che non è in grado di apportare il proprio contributo alla squadra in modo continuativo”.